Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

«Suo figlio è in ospedale» 90enne derubata di tutto: «Non ha più neppure i soldi per la spesa»

Più informazioni su

GROSSETO – «Suo figlio ha fatto un incidente, assieme alla moglie, era senza assicurazione deve pagare o finirà in carcere». La truffa è stata messa a segno ancora una volta. Questa volta ai danni di una donna di 90 anni.

I truffatori sono riusciti a portarle via tutto, 1750 euro in contanti e il poco oro rimasto (qualche anno fa l’anziana aveva subito un altro furto, era stata narcotizzata e derubata di tutto). «Non le è rimasto nulla – afferma costernata la nipote – l’ho accompagnata a casa di mio padre perché non ha più neppure i soldi per la spesa».

«Non mi capacito di quanto avvenuto – prosegue la nipote – mia nonna è una donna in gamba nonostante l’età, esce da sola, va a fare la spesa. Non capisco come siano riusciti a raggirarla così, come non le sia venuto in mente di chiamare noi nipoti». Il truffatore si è presentato come un avvocato, ha fatto il nome del figlio, e ha detto che aveva fatto un grosso incidente era in ospedale con la moglie, senza assicurazione. «È in stato di fermo e servono almeno 7 mila euro» ha detto.

La donna ha messo insieme quanto aveva, i soldi e l’oro rimasto, e ha consegnato tutto ad una donna «molto distinta e gentile, vestita bene, rassicurante» che si è presentata alla sua porta. Quando si è resa conto di essere stata truffata la donna si è messa a piangere, mortificata. La famiglia ha sporto denuncia contro ignoti ai carabinieri.

Ma il consiglio a tutti è di mettere in guardia gli anziani, di spiegare per filo e per segno la truffa, e che le forze dell’ordine non chiedono mai soldi, e neppure gli avvocati lo fanno, specie per cose come queste. Il consiglio è di minacciare di chiamare le forze dell’ordine, e di mettersi al più presto in contatto con nipoti e figli, ma anche chiedere consiglio ad un vicino di casa (a volte, specie se contattati su un telefono fisso, anche abbassando la cornetta la linea può restare aperta, e se anche si pensa di fare il numero di carabinieri o polizia in realtà si resta in linea con i truffatori). Insomma, prendete tempo finché non riuscite a mettervi in contatto con un familiare e non consegnate mai nulla né fate entrare nessuno.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.