Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuove case a Grosseto: tre le zone interessate. Ecco dove sorgeranno

Più informazioni su

GROSSETO – Definiti i piani attuativi che interessano tre zone della città di Grosseto: Poggione, via del Molino Vecchio a Roselle, e villa Pizzetti. Le delibere relative sono state approvate lo scorso Consiglio comunale. Si tratta di un programma che punta a dare attuazione al previgente regolamento urbanistico e rivitalizzare un settore come quello dell’edilizia spesso trainante per l’economia del territorio.

La prima area interessata è quella del Poggione, dove del terreno edificabile sarà destinato all’edilizia sia privata che pubblica. La zona si sviluppa lungo le vie Argentina e El Alamain, nelle immediate vicinanze del centro commerciale Maremà. Il piano attuativo prevede la realizzazione di 37 lotti residenziali architettonicamente omogenei ed in armonia col contesto edilizio nel quale andranno ad inserirsi. All’interno dell’area interessata è stata studiata la realizzazione di una adeguata viabilità stradale che la attraversi e la renda perfettamente percorribile e fruibile, parcheggi pubblici, marciapiedi, pista ciclabile, una fascia continua di verde pubblico e tre isole ecologiche per la raccolta dei rifiuti solidi urbani.

Approvato anche il Piano attuativo concernente la lottizzazione a fini residenziali a Roselle, in via del Molino Vecchio. Il lotto di terreno sarà destinato all’edilizia residenziale con finalità sociale. La zona sarà provvista di aree verdi e di un percorso ciclopedonale integrato. In particolare, in sede decisionale è stata prestata la massima attenzione ai più attuali parametri relativi la tutela e la valorizzazione del territorio e dell’ambiente. Ad esempio, è previsto lo sfruttamento energetico del cosiddetto “comportamento passivo” degli edifici tramite l’innesto di pannelli solari e fotovoltaici per la coproduzione di acqua calda ed energia elettrica, oltre all’alta certificazione energetica che le abitazioni regolarmente possederanno. Inoltre, saranno due le aree destinate alle isole ecologiche per la raccolta differenziata dei rifiuti. Il progetto corrisponde positivamente a tutti i parametri relativi alla sostenibilità, compresi i vincoli paesaggistici, geologici e archeologici, adeguatamente considerati anche in virtù della natura della località interessata. Sono contemplate anche nuove opere stradali per ottimizzare la circolazione e la sosta.

La terza delibera interessa l’area di Pizzetti. Il progetto, ancora all’insegna dell’edilizia residenziale sociale, sarà arricchito da aree verdi e da opere urbanistiche improntate al miglioramento della viabilità stradale: con l’obiettivo, tra l’altro, di decongestionare ed alleggerire il traffico estivo in direzione mare di via Cimabue, i lavori consentiranno un miglior deflusso della mobilità pesante sulla strada delle Collacchie, soprattutto nei momenti più critici della stagione.

Sono definiti, e finalmente pronti a partire i Piani Attuativi per lavorare al miglioramento della Città e delle sue Frazioni.

“Sono previste, – annuncia in una nota Fabrizio Rossi, assessore all’Urbanistica del comune di Grosseto –  opere che mirano a portare reali benefici in diverse zone interessate del nostro territorio comunale. Parliamo del Poggione, di via del Molino Vecchio a Roselle e Villa Pizzetti”.

“Sono interventi studiati e programmati, – precisa l’assessore Rossi – frutto del lavoro dell’assessorato all’Urbanistica e approvati nell’ultimo Consiglio comunale, atti a valorizzare il nostro territorio e soprattutto per ridare il giusto slancio a un settore in difficoltà, come quello edilizio, che è tra i  motori più importanti dell’economia, capace di enormi potenzialità per creare nuovi posti di lavoro e opportunità anche nella nostra città”.

“È un investimento importante, – conclude Fabrizio Rossi – grazie al quale puntiamo a migliorare la città, in nome dell’evoluzione urbanistica e dell’occupazione, e come sempre nel rispetto delle caratteristiche di questa terra e per il bene dei suoi abitanti”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.