Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bellumori: «Il centrodestra appoggia Lanzillo che però non li vuole». E invita Ulmi Rossi e Marrini ad un confronto

CAPALBIO – «Nei giorni scorsi dalla lettura di una nota congiunta a firma dei tre segretari provinciali Andrea Ulmi per la Lega, Fabrizio Rossi Fratelli d’Italia e Sandro Marrini di Forza Italia, si apprende – e non certo perché di qualche interesse da parte dello scrivente – l’appoggio delle ridette forze politiche al candidato a sindaco Valerio Lanzillo» il sindaco uscente di Capalbio, Luigi Bellumori commenta la presa di posizione del centrodestra per le prossime amministrative.

«I già menzionati continuano poi in una serie di doglianze, critiche e mancanze che l’Amministrazione attualmente in carica e io avrebbemmo cagionato al territorio comunale. Insomma una sorta di pagellino che non arriva alla sufficienza con qualche scherno umoristico. Pur trovando singolare che la lista promossa dall’amico Valerio Lanzillo, come lui ha spiegato anche pubblicamente, non è apparentata né tantomeno sostenuta da alcun partito politico e né è riferimento del centro destra grossetano che vuole dargli per forza l’investitura, mi vede nella posizione di interloquire con i ridetti soggetti».

«Ulmi Rossi e Marrini, che credo conoscano Capalbio più per la bontà delle pietanze che servono i ristoranti che per altro, ritenendoli persone serie e non già pagliacci dello scenario della campagna elettorale, così come sono convinto delle parole dell’amico Valerio Lanzillo della civicità del suo gruppo, ritengo utile e necessario un confronto con i ridetti segretari, che vanno portando il verbo del loro credo in lungo e largo, e magari poco conoscono le realtà, o magari poi la conoscono bene e possono insegnarmi qualcosa di più di quanto io abbia appreso di lezione in questi anni. Poi se vogliono vengono anche a cena con me, prima però un incontro pubblico aperto dove ragionare a tutto tondo di Capalbio, dalla gestione finanziaria dell’Ente, al personale, ai vincoli di bilancio, al Governo del territorio, alla politica della sostenibilità ambientale, scuola, sanità, sevizi, sicurezza ed infrastrutture. Un confronto/dibattito che ritengo utile tra persone serie ciò di cui la politica anche alle nostre latitudini ha bisogno. Non servono le sigle dei partiti».

«Occorrono persone che, con spirito di servizio, assolvano il proprio compito. A me non interessa il teatrino tutto capalbiese dove un candidato a sindaco dichiara di rifuggire ad un appoggio così solenne da parte di tre partiti importanti ai quali si aggiunge oggi anche l’UDC, interessa dare il giusto inquadramento alle questioni. Nel quotidiano di buffoni le persone ne vedono girare molti, ne sentono parlare in parecchi e ne leggono anche di più. Non è questo il caso, puntualizzo, poiché mi pregio di annoverare tra le mie conoscenze Sandro Marrini, Andrea Ulmi e Fabrizio Rossi con questi ultimi due che ricoprono ruoli ed incarichi all’interno dell’Amministrazione Comunale di Grosseto e conoscono anche il funzionamento delle dinamiche amministrative più che politiche. Per quanto in clima di campagna elettorale gli strali di uomini invisibili restano parole al vento».

«Mio malgrado, pur interessandovi ad un candidato a sindaco che non vi vuole poiché evidentemente poco conta quanto rappresentate e dite, per me che ho ricoperto il ruolo di primo cittadino anche assumendomi in questi anni delle importanti responsabilità e che credo di non averle mandate a dire mai a nessuno per terza persona, mi interessa chiarire e confrontarmi con voi su una moltitudine di aspetti che a loro volta sono di interesse generale e collettivo per il territorio, le sue famiglie e le sue imprese. In comune abbiamo un amico, un sindaco nonché presidente della Provincia e persona che stimo Antonfrancesco Vivarelli Colonna. Di lui conoscete l’estro, le capacità, caparbietà e la passione per questa terra. Ecco così avrete modo di conoscere anche la mia. Non resterete delusi» conclude Luigi Bellumori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.