Disservizi postali, vertice in prefettura: «Troppi indirizzi non corretti. I cittadini siano più precisi»

GROSSETO – «Il Prefetto ha presieduto una riunione con il Management, a livello sovra-regionale, di Poste Italiane e gli Amministratori Comunali di Pitigliano, Scarlino, Roccastrada, Gavorrano e Orbetello per analizzare le cause di taluni disservizi lamentati dalla collettività nella consegna della posta» a farlo sapere il viceprefetto vicario, Alessandro Tortorella, in una nota.

«Nel corso dell’incontro – spiega la nota – Poste Italiane ha illustrato le principali modalità organizzative da poco innovate in merito alla gestione del servizio di consegna della corrispondenza, evidenziando però che in diverse occasioni i disguidi\ritardi evidenziati non sono imputabili direttamente a quell’azienda. Le segnalazioni fornite dai Sindaci sono risultate comunque utili, per consentire a Poste di programmare e individuare i correttivi necessari, per quanto di competenza».

«E’ emersa altresì la necessità – spiega ancora la nota – che i sindaci sensibilizzino i cittadini nel segnalare correttamente presso le proprie abitazioni l’indirizzo, comprensivo di nominativo e numero civico; avendo inoltre cura di riportare, nei contratti privati con i gestori dei vari servizi, corrette e precise coordinate domiciliari».

«L’incontro, con la mediazione della prefettura – conclude la nota – ha consentito quindi di avviare un percorso positivo di confronto, teso a ridurre i disagi della collettività dei Comuni interessati, con l’impegno dei partecipanti a verificare tra pochi mesi i miglioramenti intervenuti».

Commenti