Quantcast
Sperimentazioni

In Maremma gli scacchi si insegnano a scuola: «Migliorano il rendimento». Ecco il progetto

scacchi a scuola Gr

GROSSETO – «Nei giorni scorsi si è tenuto il primo torneo di scacchi scolastico organizzato dalla Scuola Secondaria di Primo Grado “G.B. Vico” facente parte dell’Istituto Comprensivo Grosseto 5. Il progetto è nato dalla passione degli alunni delle classi 3E e 3H che, coadiuvati dalla docente di matematica e scienze professoressa Enrica Martini e da quella di scienze motorie e sportive professoressa Claudia Zanaboni, hanno realizzato un progetto veramente innovativo per la scuola» a farlo sapere l’associazione sportiva Mattoallaprossima.

«Gli scacchi – dice ancora l’associazione – sono stati inseriti come disciplina di studio all’interno di alcune materie scolastiche; nel corso dell’anno gli studenti delle classi 3E e 3H hanno realizzato dei test poi somministrati agli alunni della scuola al fine di selezionare i migliori 24 ragazzi. Le dodici coppie si sono affrontate in un torneo valido anche come fase di istituto dei Campionati Studenteschi; sono arrivati alla fase finale i tre migliori classificati che insieme allo studente responsabile del progetto Gabriele Fabbrucci formeranno la squadra che rappresenterà l’Istituto alla fase regionale del Trofeo Scacchi Scuola che quest’anno si svolgerà proprio a Grosseto il prossimo 17 aprile e vedrà coinvolte molte scuole di ogni ordine e grado provenienti da tutta la Toscana».

«La manifestazione scolastica – spiega l’associazione – è stata coadiuvata dall’Asd Mattoallaprossima Scacchi Grosseto che, grazie alla presenza del maestro fide e Tutor Maurizio Caposciutti, ha vigilato sul corretto svolgimento della gara e sostenuto i partecipanti. Al termine della giornata scacchistica l’Associazione ha consegnato alla scuola una scacchiera donata da “Tema Vita – Mutua con socio sostenitore Banca Tema” che crede molto nel progetto degli scacchi a scuola ed ha voluto così dare il proprio contributo. L’esperienza ha talmente entusiasmato tutti gli studenti che il dirigente scolastico Alessandra Marrata ha deciso di far proseguire l’attività con un corso molto particolare perché sarà realizzato dagli studenti della scuola e dedicato a tutti gli alunni».

«L’Istituto Comprensivo Grosseto 5 – conclude Mattoallaprossima – grazie all’introduzione degli scacchi come materia di approfondimento scolastico, ha messo in pratica quanto previsto già da tempo nella Dichiarazione del Parlamento Europeo riconoscendo il grande valore che il gioco degli scacchi ha sui ragazzi migliorandone la concentrazione, la pazienza, la perseveranza, il senso di creatività , l’intuito e la memoria oltre alle capacità analitiche e decisionali, la determinazione, motivazione e spirito sportivo, ottenendo così uno straordinario risultato anche in termini di rendimento scolastico. L’esperimento, dati i risultati, sarà sicuramente riproposto anche per il prossimo anno scolastico».

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI