Aeroporto, c’è l’accordo tra Seam e Aeronautica: «Crescono gli investimenti per lo scalo civile»

GROSSETO – «È stato siglato in questi giorni il rinnovo della convenzione tra il 4 Stormo dell’Aeronautica Militare e la Seam, società di gestione dello scalo civile maremmano» ad annunciarlo una nota della Seam.

«L’incremento dei movimenti civili, su una delle basi più delicate per il dispositivo di sicurezza e difesa del Paese – spiega Seam – è stato accordato dalla Forza Armata per andare incontro alle esigenze di collegamento del territorio mantenendo un delicato equilibrio tra l’uso delle risorse della Difesa a favore della popolazione ed il perseguimento dei fini istituzionali».

«L’assemblea dei soci della Seam ha esaminato e discusso, nell’ultima riunione – dice ancora la nota – la nuova convenzione con cui vengono quantificati e formalizzati gli interscambi gestionali tra la società stessa ed il 4° Stormo. Tali accordi, regolati in precedenza da un protocollo che ne disciplinava solo taluni aspetti, si muovevano sul solco di consuetudini consolidate nel tempo, sulla base dello spirito di collaborazione che ha sempre contraddistinto i rapporti tra il gestore e lo Stormo».

«La maggiore attività di volo sviluppata nello scalo civile – sottolinea Seam – grazie anche alla disponibilità dimostrata dall’Aeronautica Militare (incremento dei movimenti, autorizzazione al volo di linea concessa nella primavera scorsa, tavolo tecnico e apertura dimostrata ad affrontare ulteriori problematiche esistenti dello scalo civile) ha reso necessaria la formalizzazione di un accordo maggiormente rispondente alle mutate situazioni operative e giuridiche».

«L’assemblea dei soci – conclude la nota – alla luce dei servizi fondamentali forniti e garantiti, con elevati standard di sicurezza, dall’Aeronautica Militare, ha approvato l’incremento di spesa, consapevole di quanto sia necessaria ed utile una crescita dell’attività dell’aviazione civile per lo sviluppo ed il sostegno alle attività della Provincia. Seam e Aeronautica Militare esprimono soddisfazione nell’aver formalizzato un accordo, unico nel suo genere, basato su un elevato standard qualitativo, puntuale ed omnicomprensivo, ma soprattutto poggiato sul desiderio di fornire soluzioni collaborative e sinergiche, frutto di una intesa singolare e solida».

Commenti