Ripascimento: «Via ai cantieri, sono in contatto con Conte. Lavoriamo per garantire la stagione»

GROSSETO – «Oltre 68 milioni di euro, la fetta spettante alla Toscana delle risorse stanziate dalla legge di bilancio di previsione statale per le regioni dichiarate in emergenza a seguito delle calamità naturali avvenute dall’ottobre dello scorso anno» a farlo sapere il senatore di Forza Italia, Roberto Berardi.

«Il decreto del presidente del consiglio firmato nella riunione di mercoledì sera al Consiglio dei Ministri, suddivide i fondi della protezione civile, previsti dall’articolo 1, comma 1028, della legge di bilancio 2019. Tale comma della legge di bilancio, autorizza infatti a realizzare le opere di ricostruzione della costa e delle spiagge con le procedure in deroga, come prevede l’ordinanza del Capo del Dipartimento». Il Senatore Berardi, inoltre, fa sapere di essere stato rassicurato direttamente dal capo di gabinetto del Premier Conte, che, dopo essere stato sollecitato alla firma dei provvedimenti per iniziare le opere in emergenza, è rimasto costantemente in contatto con il senatore maremmano attraverso i propri uffici.

«Anche l’amministrazione comunale di Orbetello – dice Berardi – con il sindaco Andrea Casamenti, segue con soddisfazione l’evolversi in positivo della situazione. Una grande soddisfazione vedere ripagato il mio impegno in così breve tempo. Ma ancor più grande è la soddisfazione che c’è nel lavorare per il proprio territorio, nell’interesse dei cittadini maremmani e toscani».

«La settimana che si sta concludendo – aggiunge il parlamentare toscano- è stata ricca di buone notizie: adesso dobbiamo lavorare insieme agli operatori territoriali per risanare quello che è andato distrutto ad ottobre scorso e mettere in sicurezza la costa».
Domattina (venerdì 1 marzo) si preannuncia la partecipazione dei comuni interessati dai progetti del Mastplan alla videoconferenza insieme alla Regione Toscana e al Genio Civile per organizzare il da farsi.
«Un ringraziamento a tutti coloro che hanno atteso con pazienza questi passaggi burocratici, adesso è giunto il momento di andare avanti insieme e lavorare per aprire quanto prima la stagione balneare» Conclude il senatore.

Commenti