Scuola, spazio al talento: lezioni sospese alla scoperta delle doti degli studenti

Più informazioni su

GROSSETO – Contesto, comunicazione, cooperazione, consapevolezza, cambiamento. Sono le 5C sulle quali gli studenti dei licei classico e scientifico Chelli si sono misurati attraverso l’iniziativa Life Skills, che dal 18 al 23 febbraio li ha visti impegnati – al posto delle lezioni curriculari – in un percorso volto all’apprendimento di competenze trasversali, sempre più necessarie nel mercato del lavoro, alla scoperta dei propri talenti per essere aiutati a gettare basi solide per costruire un personale “progetto per il futuro”.

A guidare le giornate formative sono stati Raul Alvarez e Elin Miroddi, della società Inalto Management & Consulting di Roma, società di consulenza e formazione manageriale, venuti al Chelli grazie anche al finanziamento della Regione Toscana nell’ambito del progetto PER.L.E.

I ragazzi ogni giorno hanno lavorato suddivisi in gruppi laboratoriali, all’interno dei quali sono stati approcciati temi come il valore delle competenze sociali, la formazione in vista del futuro personale e lavorativo, le abilità necessarie per entrare nel mondo del lavoro, i cambiamenti repentini che questo mondo ha conosciuto negli ultimi anni, così da “attrezzarsi” per sviluppare la giusta dinamicità, flessibilità e autoimprenditorialità, in piena consapevolezza di sé e dell’ambiente esterno.

“Un percorso, quello di Life Skills, che i licei Chelli portano avanti ormai da più di dieci anni – spiega la preside Paola Biondo – e che si è rivelato ogni volta una valida esperienza che si integra al più tradizionale percorso scolastico. I ragazzi si sono misurati con le proprie potenzialità attraverso le sollecitazioni dei formatori, per allenare quelle competenze trasversali indispensabili per costruire, sin da oggi, il proprio domani e operare scelte più mirate e consapevoli”.

Più informazioni su

Commenti