Quantcast

Gli agricoltori studiano per diventare operatori turistici: al via il corso promosso dal Comune

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Prende il via “Goodcasty”, la parte del progetto avviato dall’ufficio agricoltura del Comune di Castiglione della Pescaia che ha come finalità quello di promuovere azioni formative propedeutiche alla valorizzazione dell’accoglienza nel settore turistico rurale.

«La formazione professionale di addetto all’accoglienza turistica, impegnerà gli iscritti per 32 ore – spiega Federico Mazzarello, assessore alle politiche agricole della cittadina costiera – e prenderà il via lunedì 25 febbraio alle 15 all’interno della sala consiliare di via Cesare Battisti con Fabio Rosso della Confederazione italiana agricoltori che illustrerà l’argomento: “I prodotti tipici e i prodotti a marchio”».

«Questo corso – spiega Mazzarello – si rivolge soprattutto a coloro i quali, impegnati nel mondo primario, vogliono arricchire le proprie conoscenze per lavorare nel settore turistico e allo stesso tempo fornisce le competenze necessarie per operare in tutte le strutture ricettive, con particolare attenzione al settore agrituristico».
«Abbiamo dato vita a un percorso formativo ideale per chi voglia lavorare nell’accoglienza turistica legata al mondo rurale, enogastronomico e alla valorizzazione del prodotto a chilometro zero, cercando di mettere in risalto l’importanza della territorialità dei prodotti – aggiunge l’assessore all’agricoltura – e parteciperanno tutti i maggiorenni che hanno sia una tracciabilità sia un’impresa agricola collocata nel Comune di Castiglione della Pescaia».

Goodcasty è composto da attività frontale in aula e visite guidate esperienziali in strutture del territorio e al termine del percorso per coloro che hanno partecipato almeno al 80 % delle lezione sarà rilasciato l’attestato di partecipazione dal Cipa-At Grosseto».
«Durante i lavori – conclude Mazzarello – saranno attivate anche azioni di geocaching, un modo diverso di esplorare il territorio andando alla ricerca di luoghi tramite gps partendo dal web, dove si reperiscono informazioni e coordinate geografiche. Si tratterà quindi di un’evoluzione tecnologica che coniuga l’avventura della ricerca con il piacere della scoperta di nuovi luoghi e nuove esperienze».

Commenti