Quantcast

Inaugurata l’area riqualificata alle Stiacciole

Fra le novità un parcheggio pubblico e una nuova area verde

Più informazioni su

GROSSETO –  Sopralluogo del sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna nella zona di Stiacciole adiacente alla scuola materna, luogo di una serie di opere di riqualificazione. I lavori, ultimati poche settimane fa, comprendono un’ampia azione che l’amministrazione comunale ha coperto nella maggior parte dei costi con la partecipazione di fondi regionali.

In prossimità della scuola materna di Stiacciole, dunque, è stato realizzato un nuovo parcheggio pubblico, con 27 posti disponibili (di cui uno per portatori di handicap), un’ampia area verde pubblica fornita di panchine, cestini portarifiuti, e passaggio pedonale che la attraversa in tutta la sua lunghezza. Intorno alle due nuove opere, sono stati installati 11 lampioni stradali illuminati al LED, che garantiscono l’illuminazione dei perimetri. Inoltre è stato effettuato un intervento di riqualificazione dei marciapiedi adiacenti la scuola e via delle Conce. Infine, è prevista a breve l’istallazione di un nuovo guard rail proprio lungo via delle Conce e il nuovo parcheggio appena realizzato.

“Il nostro impegno per la città passa anche dalle opere di riqualificazione del nostro territorio – precisano il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alle Opere e Lavori Pubblici Riccardo Megale -. Con l’ausilio dei fondi necessari da parte della Regione Toscana, ci siamo impegnati a ristrutturare un’area che soffriva particolarmente di alcune carenze e usure. Questi lavori in più garantiscono ai cittadini una nuova zona verde: questo rientra nel nostro piano legato al mantenimento e, laddove possibile, all’implementazione del verde urbano grossetano. Continua e continuerà dunque il piano di questa amministrazione per offrire strade e infrastrutture sempre migliori alla nostra città.”

I lavori, che hanno avuto un costo complessivo di 275mila euro, dei quali 254,099 sono stati coperti con il contributi della Regione Toscana.

Più informazioni su

Commenti