Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Molinari cuore e carattere, il Grifone batte la Pro Livorno e vola a più sei fotogallery

GROSSETO – Pesantissimo successo di misura del Grosseto, che batte 1-0 la Pro Livorno e porta a sei punti il gap dall’inseguitrice Fucecchio. Ma a rendere una vittoria che già vale doppio, in una gara per niente facile e con tanti cartellini e nervosismo, è la firma in calce di Molinari, a smorzare polemiche e dubbi in società come anche le velleità delle avversarie.

Prima delle ostilità agonistiche, sfidanti in campo accompagnate dai piccoli giocatori della Virtus Maremma e un minuto di silenzio per ricordare Maurizio Santini, un uomo che è stato molto più che un tifoso per il team unionista. Maremmani inizialmente aggressivi con Molinari, ma i labronici ci sono e graffiano con Angiolini (Nunziatini manda la sfera sul palo), conquistano angoli, costringono i locali al cartellino giallo. Alla mezz’ora fiammata per Cretella a colpire il legno mentre subito dopo Molinari e Vanni non trovano il giusto guizzo. Tutto perfetto però due giri di lancette più tardi con ancora Molinari battere Turco su assist telecomandato di Camilli: è l’1-0, bellissimo e liberatorio. Successivamente, livornesi in dieci per rosso a Spagnoli per reazione e si va al riposo.

Ripresa con ancora gli ospiti più operosi, sia su palle attive che da tiri dalla bandierina, mentre il Grosseto controlla sornione. Alto di non molto però un assolo di Cretella, sempre pronto al tiro. Al 25′ la sfortuna vede biancorosso: brutta botta e uscita in barella con sostituzione per Andreotti, entrato da appena sei minuti. Costretto a uscire anche rito alla mezz’ora, mentre la Pro insiste e si giura della raggiunta parità numerica, non avendo Magrini più possibilità di fare sostituzioni. Finale in sofferenza, con le ultime fiammate degli amaranto e con Vanni che cerca di fare reparto. Nervosismo e altro rosso nel recupero, con Salemmo che lascia lo Zecchini. Aria tesa anche fra le due panchine. Al sesto minuto oltre il 90′, triplice fischio e respiro di sollievo per una squadra e una tifoseria che non vogliono mollare un solo punto in quest’annata da protagonisti.

 

GROSSETO (4-3-1-2): Nunziatini; Pizzuto, Ciolli (cap.), Gorelli, Sabatini; Cretella, Zagaglioni (9’ st Raito), Camilli (23’ st Fratini); Boccardi (14’ st Pierangioli); Vanni, Molinari (19’ st Andreotti, 25’ st Luci). A disposizione: Cipolloni, Lepri, Consonni, Del Nero, Andreotti. All. Magrini.
PRO LIVORNO (4-3-3): Turco; Solimano (16’ st Zoncu), Falleni, Carani (1’ st Quilici), Spagnoli (cap.); Brizzi, Carani, Bulli; Petri (16’ st Bani), Pellegrini M., Angiolini (27’ st Bernardoni). A disposizione: Vozza, Del Corona, Filippi, Pellegrini S., Sainati. All. Niccolai.
ARBITRO: Zoppi della sezione di Firenze. 1° ass. Coco della sezione di Pisa, 2° ass. Iuliano della sezione di Siena.
MARCATORI: 35’ Molinari (G).
NOTE: ammoniti Sabatini (G), Cretella (G), Brizzi (PL), Zagaglioni (G), Raito (G), Falleni (PL), Luci (G), Pellegrini (PL); espulsi Spagnoli e Salemmo (PL); angoli: 5-6; recuperi: 2′ pt, 5′ st.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.