Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Targa System non perdona: rilevate 461 violazioni in un anno. In cinque guidavano senza patente fotogallery

Si è chiuso il primo anno solare di impiego: 32.371 veicoli controllati e 461 violazioni rilevate

GROSSETO – È tempo di bilanci per Targa System. Il sistema ha compiuto da poco il suo primo anno di impiego e i risultati sono quelli che si attendevano i promotori e le istituzioni.

Lo strumento, voluto dall’assessore Fausto Turbanti, è entrato in azione per supportare l’attività di controllo degli agenti, monitorare il traffico ed entrare in funzione nei casi di emergenza. Il Targa System è una tecnologia che viene posizionata sul parabrezza del veicolo dei vigili urbani e serve a rilevare, attraverso la lettura delle targhe delle auto, in particolare eventuali irregolarità nel pagamento dell’assicurazione e della revisione. Le sanzioni non vengono comminate direttamente dal sistema elettronico ma da una pattuglia che, posizionata a una distanza di alcune centinaia di metri, si preoccupa di compiere tutti gli approfondimenti necessari su chi è risultato non in regola, così da verificare i documenti a bordo dell’auto ed eventualmente procedere alla multa.

“E’ una dotazione di cui andiamo fieri – conferma il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna -. Siamo tra le prime città italiane a poter disporre di un mezzo così all’avanguardia, efficace e rapido per poter fronteggiare questo problema delle assicurazioni e revisioni irregolari. È una questione di sicurezza per i nostri cittadini: dobbiamo e vogliamo farci garanti del fatto che le auto in circolazione siano in piena efficienza e che siano regolarmente assicurate. Le conseguenze di una condotta negligente in tal senso sono pericolose e potenzialmente dannose per tutti quegli automobilisti che rispettano le regole e che noi vogliamo fermamente proteggere, fermando tempestivamente tutti i trasgressori”.

I dati. Nel corso del suo primo anno solare di attività, Targa System ha contribuito sensibilmente a rendere il 2018 più sicuro per gli automobilisti grossetani. I dati parlano di 32.371 veicoli controllati e di 461 violazioni riscontrate. La fetta più grande interessa gli articoli 80 e 180 del codice della strada, ovvero quelli che regolamentano gli aspetti relativi alla revisioni dei veicoli e alla dotazione di regolare documento di circolazione. Precisamente, sono 200 gli automobilisti sprovvisti di documento di circolazione e 214 risultano essere quelli che non hanno effettuato la revisione del veicolo. Si sono inoltre registrati 31 casi di guidatori non in regola con l’assicurazione, mentre in 5 non disponevano di patente in corso di validità. In seguito ai fermi effettuati conseguentemente alle segnalazioni innescate da Targa System, sono state riscontrate negli automobilisti controllati ulteriori irregolarita, come ad esempio l’assenza o la non adeguata esposizione della targa, oppure il mancato utilizzo degli occhiali laddove l’automobilista avrebbe il dovere di indossarli.

“Targa System è un sistema veloce ed efficace – sottolinea l’assessore alla sicurezza Fausto Turbanti -. Ci consente di ottimizzare i tempi d’intervento e l’impiego di risorse umane. Pochi operatori, in pochi minuti, fanno adesso un lavoro che prima necessitava di tempi più lunghi e forze in campo più ampie. Semplificando, basta una fotografia ed un rapido riscontro col nostro archivio dati per avere un quadro chiaro sulla regolarità dell’automobilista in questione. In caso negativo, viene prontamente predisposto il fermo amministrativo. Tempi ristretti e piena garanzia di sicurezza. È un obiettivo centrato, e i benefici di questo sono tutti per gli automobilisti grossetani in regola. Resta il numero preoccupante di trasgressori, ma contiamo sul fatto che questo sistema sia efficace anche in termini di prevenzione e ne scoraggi il maggior numero possibile. I controlli proseguiranno in maniera sempre più incisiva anche durante l’anno in corso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.