Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Arriva la prima stagione pensata anche per chi non può andare a teatro

Più informazioni su

MASSA MARITTIMA – Lo spettacolo “Odisseo il migrante” di Giuseppe Cederna inaugura la rassegna  “Teatro on air”, sabato 9 febbraio alle ore 21 ( ingresso libero) in una location particolare come la sede della Biblioteca Comunale nell’ex Convento delle Clarisse a Massa Marittima, piazza XXIV Maggio 10, trasformata per l’occasione in un teatro letteralmente aperto a tutti.

Una stagione teatrale, in totale quattro eventi fino al 4 maggio con grandi nomi del panorama teatrale nazionale, pensata per essere condivisa con le persone che non possono andare a teatro: non vedenti, disabili, malati e anziani.  Tutti gli spettacoli rinunciano alla scenografia ai costumi, alle azioni e si affida solo alla parola con un cartellone composto interamente da letture con la voce come unica e grande protagonista. il pubblico potrà essere presente in sala ma potrà seguire da tutta Italia gli spettacoli anche online in diretta, gratuitamente, tramite la web radio dell’Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza di Bologna e con il quale condividere nello stesso istante le suggestioni e le emozioni della parola letta. Giuseppe Cederna porterà in scena “Odisseo il migrante”.

Una storia narrata dell’Odissea  di Omero nei tre canti che parlano dalla ninfa Calipso all’incontro con la giovane Nausicaa, la figlia del re Alcinoo. La partenza, l’addio all’immortalità, la tempesta e l’approdo nell’isola dei Feaci. La cetra di Demodoco e le lacrime degli eroi. E intanto la fuga di Telemaco alla ricerca del padre, l’agguato dei pretendenti, la protezione di Atena.  Giuseppe Cederna legge e racconta il viaggio di Odisseo, un migrante  mediterraneo sulla via del ritorno. Una riflessione sull’accoglienza antica dello  straniero e la dichiarazione d’amore più bella del mondo nel contesto di un Mediterraneo che è sempre stato il mare della vicinanza, degli incontri e degli scambi tra i popoli.

“Si tratta di un momento cruciale del viaggio  omerico– spiega Cederna – perché non si sa se Odisseo sarà accolto o meno. Il mio lavoro è quello di raccontare storie e questa esperienza del Teatro On Air la trovo molto stimolante e nuova per noi attori perché l’ascolto andrà ben oltre quello che sarà il pubblico davanti al palco. Ci saranno persone che mi ascolteranno in luoghi diversi e nelle loro case e per questo è importante una lettura del racconto di Omero non fredda ma molto intensa e più precisa. In più c’è il mio rapporto con il Mediterraneo – aggiunge l’attore – per questo concluderò lo spettacolo con il racconto del mio ritorno nell’Isola di Kastellorizo dove è stato girato il film Mediterraneo 25 anni dopo l’Oscar, una piccola casa che mi è stata regalata e che per me ha rappresentato molto sia dal punto di vista umano che professionale”.

Il cartellone prosegue il 9 marzo con Paolo Sassanelli che reciterà il “Grande inquisitore di Dostoevskij, Ivano Marescotti il 30 marzo sarà sul palco con “L’uomo nell’astuccio di Cechov mentre il 4 maggio “Parole note live” con Giancarlo Cattaneo e Maurizio Rossato di Radio Capital. “Il teatro è un luogo che stimola le persone ad aggregarsi serenamente, a ridere insieme, a commuoversi insieme, a sognare insieme – sottolinea l’autore e regista Massimiliano Gracili ideatore della rassegna – e sostenere il progetto “Teatro on air” significa permettere a molte persone lontane, sparse per l’Italia e che normalmente non hanno accesso ai teatri, di poter fruire e godere gratuitamente degli spettacoli in cartellone grazie ad internet. In più significa contribuire allo sviluppo culturale di un territorio e compiere un atto di generosità a favore della collettività, dei giovani e delle persone meno fortunate”.

“Il progetto “Teatro on Air”–  dice il sindaco di Massa Marittima Marcello Giuntini -, rappresenta la sintesi della collaborazione di tante importanti realtà impegnate nel sociale e nella diffusione della cultura ad un pubblico che troppo spesso è tagliato fuori dal circuito teatrale. L’accesso all’arte ed alla cultura è un diritto di tutti e per questo – conclude Giuntini – è necessario impegnarci a ridurre le barriere ed i limiti che in tanti con grande difficoltà sono costretti ad affrontare”.

Il progetto è stato realizzato dall’Associazione Liber Pater con la Cooperativa sociale Arcobaleno e il sostegno del Comune di Massa Marittima e il Patrocinio della Regione Toscana e della Siae, è frutto della collaborazione tra l’Unione Italiana ciechi e ipovedenti e la Lega Italiana Lotta alla distrofia muscolare, l’Anmil ( Associazione Nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi) e  il Favo ( Federazione Italiana delle associazioni di volontariato in oncologia).  Per chi vuole sostenere il “Teatro on Air” esiste una campagna di crowdfunding sulla piattaforma www.retedeldono.it   Per informazioni sito web: www.teatro-on-air.com

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.