Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il centrodestra ha scelto: è Massimo Di Giacinto il candidato sindaco. In campo anche con la sua civica

FOLLONICA – È Massimo Di Giacinto il candidato sindaco del centrodestra a Follonica. Sarà lui a correre con una sua lista civica (molto probabilmente si chiamerà Di Giacinto Sindaco) e con l’appoggio dei tre partiti tradizionali del centrodestra: la Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia.

La scelta di candidare Di Giacinto, che aveva dato la propria disponibilità già da qualche settimana, è diventata concreta negli ultimi giorni quando, dopo il confronto a livello provinciale, sabato scorso i rappresentanti del centrodestra si sono riuniti a Follonica per confermare la sua candidatura. Alla riunione erano presenti Andrea Ulmi e Roberto Azzi per la Lega,  Fabrizio RossiAgostino Ottaviani per Fratelli d’Italia, Sandro Marrini ed Ezio Puggelli per Forza Italia. Tutti, all’unanimità, hanno espresso soddisfazione per la figura di Massimo Di Giacinto e sostengo alla sua candidatura.

Massimo Di Giacinto, 61 anni, bancario, fu candidato sindaco nel 2004 nelle file del centrodestra. Allora era un esponente dell’Udc. Nel 2009 poi lasciò la politica attiva. «Sono ormai dieci anni che non ho più una tessera di partito in tasca – spiega il candidato sindaco – Io vivo questa candidatura come un servizio alla comunità. Vorrei fare questa esperienza esclusivamente con questo spirito, perché per me non sarebbe un lavoro. Vorrei mettere a disposizione della città la mia esperienza».

Un progetto politico e amministrativo che punta su due aspetti in particolare: cambiamento e bene comune. «»Vogliamo rappresentate – aggiunge Di Giacinto – il cambiamento dopo decenni di governo locale di sinistra e, stavolta, è possibile farlo».

 

Di Giacinto ha già confermato che nella sua coalizione ci sarà anche la “lista del sindaco”. «Sarà una lista civica vera, non mascherata. Sarà formata da persone che non hanno tessere di partito».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.