Quantcast

Karate, buona prova per Tana delle Tigri al Trofeo Samurai: ottimi risultati anche degli esordienti

MONTE ARGENTARIO – Il Karate Team Tana delle Tigri, seppur in forma ridotta e con molti principianti, è tornato dalla trasferta di Rosignano (LI) dove ha partecipato al VI° Trofeo Samurai intitolato al M° Morreale, con più medaglie di quanto lo stesso Team avrebbe potuto prevedere.

«I piccoli tigrotti dai quattro anni ai dieci – spiega il team – si sono fatti valere in tutte le specialità presenti. Il piccolissimo Giacomo Innocenti alla prima gara della sua carriera, a soli quattro anni è riuscito a salire sul podio in tutte e tre le specialità, Bronzo percorso, Bronzo prova tecnica, Argento forma libera(Kata), con autorevolezza ed ottime capacità dimostrate, buon segno per il futuro. Giulia Maria Lacatus anche lei al debutto in una categoria affollata si è piazzata ai piedi del podio nonostante aggregatasi al gruppo da poche settimane. I gemelli Geres,come al solito si sono contraddistinti con lo spirito agonistico e la passione che mettono in ogni allenamento arrivando a sfiorare il podio in tutte le prove e riuscendo a salire al terzo posto nel kata con Alex in una categoria con oltre trenta bambini».

«Sabrina Soatto  nonostante le buone  prove – dicono ancora da Tana delle Tigri –  ha sfiorato il podio ed è uscita rammaricata per un giudizio arbitrale piuttosto dubbio nella prova di Kata e nella prova tecnica. Lucas Baraj nonostante l’impegno e la passione che lo contraddistinguono, ha pagato la scarsa forma fisica nel percorso e nella prova tecnica ed un giudizio non omogeneo nel kata. Mario Ferrini al rientro dopo il cambio di palestra dovuto al trasferimento della famiglia, si è impegnato moltissimo facendo sacrifici e numerosi allenamenti, riuscendo a raggiungere un discreto livello che ha dimostrato in gara sfiorando il podio di pochissimo mostrando peraltro ottime capacità che si riveleranno in futuro prossimo».

«Alessio Giovani alla seconda gara in una categoria di quasi trenta atleti  – conclude il team –  ha sostenuto ottime prove, vincendo anche un bronzo nella prova tecnica. Daniel Bereza ormai veterano ed abituato a medaglia,ha strappato il terzo posto e bronzo nella prova tecnica,sfiorando di poco il podio nelle altre Denis Ursu di dieci anni ha brillato in tutte le prove,con due Bronzi,Kata e prova tecnica ed un Argento nel percorso. Francesco Feroci ha dato il massimo nelle tre prove sfiorando il podio e riuscendo a conquistarlo nel kumite,contro bambini più grandi con un terzo posto a pari merito ed un giudizio arbitrale non congruo. Ottimi risultati dei novizi visto lo stato di emergenza che ha fatto rinunciare i più esperti. Buonissimi segnali che daranno soddisfazioni future».

Commenti