Arcivescovo di Maremma nominato nunzio apostolico in Pakistan: la sua comunità gli fa visita

GROSSETO – Una delegazione della comunità di Roselle, insieme al vescovo Rodolfo e ai sacerdoti don Pier e don Marius, ha preso parte questa mattina, nella Basilica di San Pietro, alla solenne celebrazione per l’ordinazione episcopale di monsignor Christophe Zakhia El-Kassis, che il Papa ha nominato nunzio apostolico in Pakistan, elevandolo alla sede titolare di Roselle.

Mons. El Kassis ha ricevuto l’ordinazione episcopale per l’imposizione delle mani e la preghiera di consacrazione del cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato.
La parrocchia aveva già avuto modo di conoscere mons. El Kassis, che l’8 dicembre scorso, solennità dell’Immacolata, titolare della Parrocchia, è venuto a Roselle, ha presieduto la concelebrazione eucaristica, si è intrattenuto con la gente per un tempo di dialogo e poi ha pranzato con la comunità e il vescovo Rodolfo. Ora i rosellani hanno ricambiato la visita nel giorno della sua ordinazione episcopale.

Nato in Libano nel 1968, mons. El-Kassis quest’anno celebrerà i 25 anni di ordinazione sacerdotale. Incardinato nell’Arcieparchia di Beirut dei Maroniti, è laureato in utroque iure. Nel 2000 è entrato nel servizio diplomatico della Santa Sede, prestando la sua opera alle Nunziature apostoliche di Indonesia, Sudan, Turchia e nella sezione per i rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato Vaticana.

Commenti