Open day di Soccer Dream e Roselle per aspiranti baby calciatrici: nascerà una scuola calcio in rosa dal metodo Wein

SCANSANO – Primo appuntamento domenica 20 gennaio per la Soccer Dream Asd e l’Acr Roselle in collaborazione con la Polisportiva Scansano sul campo di Montorgiali, con Open Day gratuito per tutte le bambine nate fra il 2006 e il 2012 che vorranno partecipare.
L’evento è legato ad un progetto di calcio femminile che sta per divenire realtà, nato dall’idea delle due società in collaborazione con il mister Pasquale Silvestro entrato in biancoceleste a dicembre, e che vedrà nascere la prima scuola calcio “rosa” della provincia grossetana.

 
In campo ad aspettare le bambine sarà presente il responsabile del progetto Pasquale Silvestro, tecnico Uefa B e match analyst professional, che ha appena conseguito la qualifica di formatore di primo livello della metodologia “Il calcio a misura dei ragazzi” di Horst Wein, e vanta anche alcune esperienze ai Camp internazionali estivi come responsabile della programmazione didattica della Darlington Soccer Club, prestigiosa società di calcio canadese con circa 3.000 iscritti di entrambi i sessi nella città di Bowmanville, grazie alla quale è venuto a diretto contatto con il calcio femminile, che in Canada è uno sport prevalentemente esercitato da ragazze, rimanendone molto colpito per la qualità del lavoro svolto. Da allora mister Silvestro ha stretto con la dirigenza canadese una collaborazione basata sulla formazione e la metodologia dell’allenamento nelle scuole calcio che si è concretizzata, nel periodo 2015-2016, con sedute di allenamento e visite nelle strutture di eccellenza presso i settori giovanili di Empoli e Fiorentina.

 

 
Sarà presente anche la “testimonial” del progetto Arianna Cosi, classe 2001, giocatrice dell’Arezzo Calcio ma residente in provincia di Grosseto, cresciuta tra le fila di una squadra maremmana e che ha avuto esperienza anche nel settore giovanile della Fiorentina. Arianna sta portando avanti, con tenacia e determinazione, il suo sogno di diventare una calciatrice professionista, dividendosi tra Grosseto, dove frequenta le scuole superiori, e Arezzo, dove si allena, e la società del Roselle si augura che questo possa essere un esempio di forza di volontà per inseguire e raggiungere i propri obiettivi.

 

Sia durante gli Open Day che durante gli allenamenti, sarà utilizzata una metodologia basata sui concetti dettati da Horst Wein e dal coofondatore Marcello Nardini, famosi per essere stati gli ispiratori della cantera del Barcellona e per il fatto che con tale metodo ha portato alla ribalta i grandi calciatori della scuola spagnola. Questa metodologia mette al centro del gioco del calcio lo sviluppo delle capacità cognitive e metacognitive del giovane atleta, attraverso una serie di esercizi che migliorano le capacità di rispondere con il giusto gesto motorio a un evento improvviso e imprevisto, allenando il cervello a essere veloce nel prendere le decisioni. I principi base della metodologia sono quelli di formare giocatrici intelligenti e complete e di porre al centro le giovani, adattando il gioco alle calciatrici e non il contrario.
Per informazioni e prenotazioni chiamare Pasquale Silvestro 349 3331503 o Stefano Giovanetti 349 8254520.

Commenti