Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Città sempre più cardioprotetta, inaugurati due nuovi defibrillatori: ecco dove si trovano

FOLLONICA – «L’Amministrazione comunale di Follonica continua nel suo impegno per implementare il progetto “Follonica Città cardioprotetta” finalizzato alla realizzazione di una rete di strumenti salvavita (DAE e PAD) e di cittadini formati per l’uso dei defibrillatori, grazie alle preziose collaborazioni con ASL, 118 e CRI, oltre all’Associazione Amici del Cuore e alcuni sponsor» a afrlo sapere una nota del Comune.

E in questi giorni due nuovi DAE, defibrillatori esterni disponibili 24 ore su 24, sono stati installati in città: uno posizionato nella piazza della Stazione e l’altro all’esterno del palazzo comunale.
“Due zone molto frequentate – dice il vicesindaco Andrea Pecorini – che rappresentano per questo una maggiore probabilità del verificarsi di eventi critici: per questo l’Amministrazione ha scelto di implementare il progetto DAE grazie ai proventi delle Farmacie comunali, progetto seguito con grande impegno dal Consigliere Stefano Bechi”.

La presenza capillare sul territorio delle apparecchiature Dae (Defibrillatore semiautomatico Esterno) e dei defibrillatori interni, sia pubblici che privati, anche grazie all’intervento di cittadini formati, è funzionale a diminuire il tempo dei primi soccorsi, in attesa del 118 e del soccorso sanitario.
“Oltre all’acquisto e posizionamento dei defibrillatori – continua il vicesindaco – l’amministrazione ha creato uno strumento efficace, che ogni cittadino può consultare: una mappa dei Dae del Comune di Follonica e la loro localizzazione, accessibile dalla rete civica www.comune.follonica.gr.it

L’obiettivo della rete dei Dae è quello di salvare la vita: ogni minuto che passa dall’arresto cardiaco improvviso, il cervello perde il 10% delle sue funzioni. Col defibrillatore semiautomatico (Dae) l’intervento di primo soccorso da parte di un operatore formato BLS-D avviene in appena 5 minuti.
“Adesso la rete densa follonichese, con l’aggiunta di questi ultimi due, è composta da ben 13 Dae esterni sempre accessibili, e oltre 60 defibrillatori tra pubblici e privati” conclude Pecorini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.