Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lotta ai furbetti dei rifiuti, arriva l’ispettore ambientale

ROCCASTRADA – “Il Comune di Roccastrada, in coerenza con gli obiettivi programmatici che mirano a tutelare ambiente, paesaggio e territorio e con lo scopo di migliorare le performance in termini di percentuale di raccolta differenziata, rafforza il contrasto all’abbandono indiscriminato di rifiuti”. Lo scrive l’ente in una nota stampa.

“Nel dare seguito al regolamento approvato dal consiglio comunale per l’istituzione dell’ispettore ambientale comunale – prosegue il Comune – che si occuperà di prevenire, vigilare e controllare la corretta gestione dei rifiuti, è stato approvato nei giorni scorsi il progetto che porterà presto alla istituzione del servizio di monitoraggio del sistema di raccolta dei rifiuti urbani per la prevenzione, la vigilanza ed il controllo del corretto conferimento, gestione, raccolta e smaltimento. Verrà individuata la cosiddetta figura dell’ispettore ambientale al quale saranno affidati una serie di importanti compiti”.

“L’ispettore ambientale comunale verrà dotato di un apposito tesserino di riconoscimento da esporre in maniera visibile, in modo da essere identificabile durante il servizio di vigilanza. I suoi compiti principali saranno l’informazione e l’educazione ambientale verso i cittadini sulle modalità ed il corretto conferimento e smaltimento dei rifiuti; la prevenzione nei confronti di quegli utenti che, con comportamenti irrispettosi delle regole, arrecano danno all’ambiente, all’immagine e al decoro del territorio; vigilanza e controllo in coordinamento con la Polizia Municipale per le violazioni alle norme ed ai regolamenti comunali in materia ambientale, con particolare attenzione all’abbandono incontrollato sul suolo dei rifiuti di ogni tipo, sia sul territorio aperto che nelle frazioni ove è avviato il servizio di raccolta porta a porta. L’ispettore avrà inoltre il compito di effettuare dei controlli sull’operato del Gestore unico del servizio integrato di raccolta dei rifiuti urbani stimolando una crescente attenzione per la raccolta differenziata; la prevenzione verso coloro che creano danni all’ambiente e al decoro urbano e del territorio e la vigilanza, il controllo e l’accertamento di eventuali violazioni alle norme”.

“La figura dell’ispettore ambientale comunale – afferma Francesco Limatola, sindaco di Roccastrada – permetterà al Comune di rafforzare il suo ruolo di controllore nella corretta gestione dei rifiuti, dopo che questa, da alcuni anni, non è più competenza diretta delle amministrazioni comunali ed è stata affidata a soggetti terzi. Nonostante questo, a Roccastrada siamo impegnati da tempo nelle politiche ambientali con diverse iniziative, tra cui l’ultima che avvierà a brevissimo, prevede una campagna di ascolto attraverso delle interviste mirate ai cittadini e la diffusione di materiale informativo. Con la figura dell’ispettore ambientale comunale rafforzeremo ulteriormente questo impegno e auspichiamo anche una collaborazione sempre più forte da parte di tutti i cittadini”.

“La corretta gestione dei rifiuti – afferma Emiliano Rabazzi, assessore all’ambiente di Roccastrada – è il primo passo per tutelare il nostro territorio, oltre a consentire di raggiungere gli obiettivi fissati dalle normative in materia di raccolta differenziata e i conseguenti benefici economici per tutti i cittadini. Chi non collabora al raggiungimento di questi risultati, crea un danno ambientale ed economico a tutta la comunità: la figura dell’ispettore ambientale avrà un ruolo di educatore e controllore rispetto alla correttezza ed al comportamento dei cittadini. Auspichiamo che serva anche come deterrente per scongiurare violazioni delle norme perché lo scopo dell’Amministrazione Comunale è quello di supportare le buone pratiche e, solo come ultimo compito, quello di elevare sanzioni e verbali, anche perché la buona educazione permette di evitare maggiori costi alla collettività e degrado all’ambiente in cui viviamo quotidianamente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.