Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Chiapparino e Borzi trionfano al sesto trofeo Bastione Maiano. Tutti i vincitori di categoria

GROSSETO – E’ iniziata la grande la stagione su due ruote del Team Marathon Bike e della lega ciclismo Uisp di Grosseto. Al Bozzone, sesto trofeo Bastione Maiano, si sono presentati in 81 nonostante la corsa nel giorno dell’Epifania: grossetani e non solo, con tanti corridori giunti dalle altre province della Toscana. A trionfare Alessandro Chiapparino nella prima fascia e il grossetano Luciano Borzi nella seconda.

La prima partenza a è stata caratterizzata da una fuga di 25-30 chilometri con tre corridori: Adriano Nocciolini del Marathon Bike, Matteo Zingoni dell’Angolo del Pirata e Leonardo Rosi del Team Stefan, poi gruppo compatto a una ventina di chilometri dal traguardo. Volata mozzafiato, con un regale Chiapparino, portacolori dell’Angolo del Pirata, capace di mettere un pezzo di ruota davanti a Diego Alexander Giuntoli, Team Stefan. Podio completato da Andrea Grandi, Gc Falaschi, poi via via tutti gli altri, a cominciare da Francesco Venturi, Gc Emicli, Damiano Mori, Cicli Falaschi.

6° Bastione Maiano 2019, volata finale

Nella seconda partenza stesso epilogo: tentativi di fuga, ma gruppo compatto al Bozzone. In volata prova di forza di Luciano Borzi, Team Bike Ballero, che precede Franco Bensi del Team Stefan e Daniele Macchiaroli del Gc Emicicli.

I vincitori di categoria sono stati Damiano Mori (Cicli Falaschi) negli Es, Alessandro Guidotti (Marathon Bike) negli M1, Giuntoli negli M2, Michele Chiaverini (Scoglio Cycling Team) negli M3, Chiapparino negli M4, Borzi negli M5, Maurizio Innocenti (Team Frangini) negli M6, Bensi negli M7, Massimol Lari (Cicli Puccinelli) negli M8, Elena Macii (Free Bikers Pedale Follonichese) tra le donne.

Ottima l’organizzazione di Marathon Bike e Uisp: percorso veloce ma con tratti impegnativi molto apprezzato dai corridori, e bivi ben presidiati dai volontari. Bello spettacolo anche per chi ha visto la gara all’arrivo e lungo le strade.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.