Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#maremmani: in 6mila scelgono il preferito del 2018. Ecco chi è il personaggio dell’anno foto

GROSSETO – Per la prima volta nella storia del contest de IlGiunco.net, è una donna a vincere la sfida di #maremmani, l’iniziativa lanciata dal quotidiano della provincia di Grosseto e dedicata ai personaggi del 2018.

Virginia Montemaggi

Ad aggiudicarsi questa quarta edizione è infatti Virginia Montemaggi. È lei, giovane “influencer” grossetana, il personaggio dell’anno. In testa sin dalle prime battute della votazione, Virginia Montemaggi ha sbaragliato ogni tipo di concorrenza, risultando ampiamente la più votata con una percentuale superiore al 45% delle preferenze. In totale hanno partecipato alla votazione oltre 5.700 lettori, di questi 2.599 hanno scelto Virginia che anche grazie alla sua “forza” social è riuscita a conquistare più voti degli altri personaggi che erano stati indicati dalla redazione come i dieci più importanti del 2018.

La classifica completa: stravince Virginia Montemaggi – Ecco la classifica completa dei dieci personaggi scelti dalla redazione de IlGiunco.net e votati poi dai suoi lettori. Tra parentesi trovate i voti assoluti e la percentuali rispetto al totale delle preferenze espresse. Virginia Montemaggi (2.599 – 45.49%), Alessandro Corina (1.351 – 23.65%), Sheila Russo (477 – 8.35%), Luigi Galimberti (352 – 6.16%), Simone Pantani (279 – 4.88%), David Barbagli (182,3 – 19%), Letizia Rubegni (164 – 2,87%), Francesco Falaschi (120 – 2.1%), Gianfranco Luzzetti (109 – 1.91%), Sacha Naspini (80 – 1.4%)

#maremmani facce 2018

nella foto da sinistra: David Barbagli, Alessandro Corina, Francesco Falaschi, Luigi Galimberti, Gianfranco Luzzetti, Virginia Montemaggi, Sacha Naspini, Simone Pantani, Letizia Rubegni, Sheila Russo

Ecco i dieci #marmmani che abbiamo scelto (in ordine alfabetico).

David Barbagli, Classe 1966, grossetano Doc, David Barbagli, titolare della Live95, è un ingegnere del suono. Di quelli che sta in disparte, dietro a un mixer, ma che contribuisce al successo dei grandi interpreti della musica. Dal 2003 David è l’ingegnere del suono delle tournée del tenore Andrea Bocelli, e del figlio Matteo, giovanissima promessa. Dal 2007 segue in giro per il mondo José Carreras, e sin dal 1999 uno dei totem della musica d’autore italiana come Gino Paoli. Moltissime negli ultimi 15 anni le collaborazioni con cantanti e musicisti di primo piano della musica classica e pop: da Stefano Di Battista e Niki Nicolai a Amii Stewart, da Piero Mazzocchetti a Andrea Griminelli.

Alessandro Corina, interior designer, grossetano, ha ottenuto quest’anno un importante riconoscimento: la sua “home studio” è stata selezionata tra i migliori progetti italiani di interior design, nell’ambito di Best Italian Interior Design Selection, l’iniziativa editoriale di Publicomm, casa editrice della prestigiosa rivista di architettura e design platform.

Francesco Falaschi, regista grossetano, 57 anni, ha presentato quest’anno il suo quarto lungometraggio, “Quanto basta”, la pellicola che vede come protagonisti Vinicio Marchioni e Valeria Solarino. Il film affronta anche il tema dell’autismo ed è uscito nelle sale italiane nel mese di aprile di quest’anno. Per “Quanto basta” è stato premiato negli Stati Uniti nell’ambito del festival cinematografico di Denver.

Luigi Galimberti, imprenditore, 46 anni, è l’ideatore e l’attuale “Ceo” di Sfera Agricola la società che gestisce la serra idroponica più grande d’Italia. Una realtà tecnologica unica, realizzata nel Comune di Gavorrano, che produce pomodori e altri ortaggi in modo sostenibile e dà lavoro a circa 180 persone. Grazie al progetto di Sfera, Galimberti ha ottenuto molti riconoscimenti a livello nazionale e internazionale nell’ambito dell’innovazione d’impresa e delle startup.

Gianfranco Luzzetti, collezionista d’arte, ha recentemente ricevuto la cittadinanza onoraria dal Comune di Grosseto. Da sempre legato alla sua terra d’origine, la Maremma (è nato a Giuncarico), Luzzetti ha donato 67 opere d’arte alla città di Grosseto che presto saranno esposte e arricchiranno il suo patrimonio artistico e culturale. Le opere pittoriche di inestimabile valore, donate da Luzzetti saranno infatti collocate all’interno del complesso delle Clarisse e della attigua Chiesa dei Bigi, dando vita quindi ad un percorso museale espositivo di straordinaria bellezza e di grande prestigio.

Virginia Montemaggi,17 anni, grossetana, studente del liceo classico, è considerata una delle maggiori influencer sui social. La sua “fortuna” digitale è iniziata su “musical.ly”, la piattaforma per la trasmissione di video musicali, dove ha raggiunto i due milioni di follower. Oggi anche il suo profilo Instagram ha numeri da capogiro: sulla più diffusa piattaforma di condivisione di immagini e video “stories”, Virginia Montemaggi ha più di 296 mila followers.

Sacha Naspini, 42 anni, è uno scrittore maremmano. Con il suo ultimo romanzo, “Le case del malcontento”, ambientato nel borgo di Roccatederighi, paese originario della sua famiglia, ha ottenuto la ribalta nazionale. La Maremma raccontata da Naspini, così come lo stesso autore, ha fatto il giro d’Italia.

Simone Pantani è l’uomo copertina del Follonica Hockey. La squadra biancazzurra è tornata a vincere un trofeo mettendo in bacheca una prestigiosa Coppa Italia davanti al pubblico di casa. Il direttore sportivo, pezzo dopo pezzo, ha messo in piedi una squadra competitiva puntando sui giovani del vivaio, su stranieri di qualità, sul ritorno di Marco Pagnini e con la ciliegina di Enrico Mariotti in panchina. E’ un esempio nello sport e nella vita: con coraggio sta affrontando sfide difficili, anche fuori dal campo, non facendo mai mancare professionalità e impegno alla squadra della città.

Letizia Rubegni, illustratrice e disegnatrice, ha vinto di recente un contest organizzato dalla grande catena di giochi educativi “Città del sole” per cui ha realizzato il calendario 2019. Si tratta di una fine di anno particolarmente intensa dal punto di vista lavorativo per l’artista maremmana: un paio di mesi fa la presentazione del libro Attenti ai lupi, per cui ha curato ilustrazioni e copertina, e la partecipazione ad un lavoro corale, la realizzazione di un mazzo del celebre gioco Mercante in fiera. Da anni poi collabora con il blog di Enrica Tesio “TiAsmo” e vanta collaborazioni anche oltre oceano.

Sheila Russo, 33 anni, ingegnere di Orbetello, laureata all’Università di Pisa cui è seguito un dottorato alla Scuola Superiore Sant’Anna nell’Istituto di Biorobotica, è una maga dei robot di precisione che assistono i chirurghi durante gli interventi più complessi. È stata selezionata per la finale dell’Issnaf award 2018, i premi ai migliori giovani cervelli italiani in Nord America. Il premio Issnaf gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.