Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Appalti e Bolkestein: «Le misure del governo danno alla Maremma risposte importanti»

GROSSETO – “Due risposte fondamentali per il territorio in soli otto mesi con la Lega al Governo” così l’onorevole Mario Lolini commenta soddisfatto l’approvazione della manovra avvenuta nella notte tra sabato e domenica e che, dopo l’accordo sulla proroga per 15 anni delle concessioni ai balneari collegate alla direttiva Bolkestein, ha portato anche all’innalzamento della soglia degli affidamenti degli appalti da 40 mila a 150 mila euro.

“Questa misura – spiega Lolini- va incontro alle esigenze di due settori portanti della nostra economia, quelli dell’edilizia e dell’artigianato. Da più parti era stato richiesto un provvedimento di questo tipo, con la possibilità di agevolare l’assegnazione alle aziende locali, che possono dare garanzie maggiori sulla buona realizzazione delle opere e che spesso rischiavano di essere penalizzate dai sistemi di assegnazione attualmente in vigore”.

“Un provvedimento di cui beneficeranno tutti gli enti locali– spiega Lolini – dai comuni più piccoli a quelli maggiori. Se nelle realtà piccole, spesso si riusciva a rimanere entro i 40mila euro per gli interventi, in quelle più grandi questa soglia era limitata a quelle che possiamo considerare quasi piccole manutenzioni. Oggi invece anche le opere più importanti potranno essere affidate direttamente, con un risparmio di tempo e denaro, alleggerendo anche il freno della burocrazia”.

Lolini rivendica, dunque, l’azione della Lega, anche sulla soluzione delle problematiche della Bolkestein che riguardavano i balneari. “Il risultato ottenuto grazie all’attività del Ministro Centinaio – sostiene Lolini- dà respiro al settore turistico ed ai numerosi imprenditori che, da decenni, operano sul nostro litorale. Un’azione che proseguirà in Europa, per far sì che la proroga di 15 anni diventi definitiva, con l’esclusione dell’Italia da questa parte della direttiva. Un risultato che potrà essere raggiunto perché la normativa comunitaria prevede delle deroghe quando la legge sulle concessioni del singolo paese è diversa da quella adottata in altre nazioni. E questo è il caso dell’Italia”.

A far eco a Mario Lolini è anche il segretario provinciale della Lega Andrea Ulmi. “Ringraziamo l’onorevole Lolini per quanto svolto in questi mesi in Parlamento al servizio del nostro territorio – afferma- Con pochi proclami, ma lavorando a stretto contatto con il Governo ha dato due risposte che avranno un impatto fondamentale nell’economia maremmana. Da un lato, dopo anni, sono stati ascoltati i balneari, dall’altra con gli appalti le amministrazioni locali potranno intervenire rapidamente per venire incontro alle esigenze dei cittadini, dando ampio respiro al sistema delle imprese e dell’artigianato locali. La Lega, a differenza di altri partiti che fanno seguire a slogan e proclami – su misure di questa portata e impatto positivo- i voti contrari in Parlamento, si conferma una forza politica attenta ai territori e, siamo, convinti, che questi primi provvedimenti siano solo l’inizio di un percorso che cambierà il volto del Paese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.