Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Chef stellati formano personale per ristoranti e alberghi: nasce la “Maremma Food Academy”

GROSSETO – Si chiama “Maremma Food Academy” ed è il nuovo progetto targato Confcommercio Grosseto che prenderà avvio con l’anno nuovo. Il primo corso che verrà attivato grazie al progetto servirà a formare la figura professionale dello “Chef de partie – Aiuto cuoco” e si terrà a Castiglione della Pescaia.

La presentazione dell’iniziativa ha visto la presenza di Gabriella Orlando, direttore Confcommercio Grosseto, Alessandra Merli, presidente dell’Agenzia Formativa Cat Confcommercio Grosseto, dello chef Matteo Donati, docente del corso, e di Sandro Giustarini, vicepresidente Fipe Confcommercio Grosseto.

“Intendiamo così rispondere ad una necessità – spiega il direttore Confcommercio Grosseto Gabriella Orlando – In particolare negli ultimi anni, i ristoranti della nostra provincia stanno trovando delle forti difficoltà nel reperire il personale di cucina per affrontare la stagione. Questo comporta il doversi rivolgere fuori provincia, con conseguente aggravio di costi. Uno dei nostri compiti primari come associazione di categoria è fornire un supporto alle imprese, e con questo corso vogliamo aiutare la rete della ristorazione, andando a formare personale che a maggio sarà pronto per entrare a lavoro”.

La carenza del personale nel settore non riguarda solo la provincia di Grosseto. La scorsa estate, secondo stime della Federazione Pubblici Esercizi-Unioncamere, in Italia sono mancati all’appello 50.000 tra personale di cucina e di sala, “a causa dell’inadeguatezza dei profili professionali e per la mancanza delle competenze necessarie a ricoprire i ruoli richiesti”.

Il primo corso della “Maremma Food Academy” inizierà tra qualche settimana, nel mese di gennaio del 2019, sarà “full immersion” e durerà tre mesi. Il costo per la partecipazione è di 3.000 euro, che potranno essere finanziati attraverso il meccanismo dei voucher, rivolti ai disoccupati. Si potrà fare richiesta dei voucher anche direttamente presso gli uffici Confcommercio.

Al termine delle lezioni, sarà rilasciato un attestato di certificazione di competenza, riconosciuta dalla Regione Toscana, spendibile nel mondo del lavoro. Il corso si rivolge a chi vuole intraprendere una carriera nel mondo della ristorazione e delle strutture ricettive ed è aperto anche a chi non ha alcuna esperienza nel settore.

Unici requisiti, fondamentali, sono la passione per il cibo e la cucina, ed ovviamente la voglia di imparare. Sarà un corso prevalentemente pratico, con approfondimenti tematici su materie prime, conservazione degli alimenti, cotture e tecniche per le preparazioni, impiattamento.

“La tempistica è stata pensata per evitare che ci siano pause tra le lezioni e lo stage – prosegue Gabriella Orlando – e, di conseguenza, per poi trovare un’occupazione almeno stagionale, per l’estate 2019”.
La classe sarà a numero chiuso al fine di garantire qualità dell’apprendimento, incrementando l’efficacia del percorso didattico, che sarà portato avanti da grandi professionisti del settore.

A salire in cattedra saranno lo chef Matteo Donati, le chef stellate Maria Probst e Sara Conforti, il maitre patissier Paolo Rufo, mentre i segreti della macelleria saranno svelati dal presidente di Federcarni Confcommercio Grosseto Andrea Laganga. Si affiancheranno a loro, per i vini, Antonio Stelli, presidente Ais Grosseto, e Marco Terrile, docente di Food Cost.

Essendo quindi pochi i posti a disposizione, solo 10, Confcommercio esorta gli interessati al corso per “Chef de partie” a prendere contatti con l’associazione quanto prima per le iscrizioni, riservandosi di fare dei colloqui di selezione qualora le richieste fossero in esubero.
Il riferimento è la sede formativa di Ascom Confcommercio, in via Tevere 17, numero di telefono 0564 417941.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.