Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Salute pubblica, nasce la commissione consiliare: «Serve una centralina di rilevazione dell’aria»

GAVORRANO – Nasce a Gavorrano una commissione consiliare di tutela della salute pubblica, fortemente voluta dal primo cittadino, Andrea Biondi. La commissione è composta da tre consiglieri di maggioranza e due di opposizione ed è presieduta dal consigliere Giuseppe De Biase

«L’articolo 32 della Costituzione della Repubblica Italiana che recita: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività (…)” – spiega il Comune di Gavorrano in una nota, nella quale si annuncia la costituzione della commissione – il primo comma dunque, definisce la salute “diritto fondamentale dell’individuo” ed afferma l’inequivocabile dovere della Repubblica di tutelarla, sia in relazione alla posizione soggettiva del singolo, sia in riferimento al più generale interesse della collettività.
Partendo da ciò che ci insegna la nostra Costituzione, questa Amministrazione ha voluto instituire la Commissione Tutela della Salute Pubblica per mettere un occhio vigile sia dal punto di vista operativo che istituzionale per garantire il dibattito nei confronti dei cittadini del nostro Comune sui temi molto sensibili e importanti quale la salute e la sua tutela».

Poco prima del Consiglio Comunale si è svolta la prima riunione della Commissione alla presenza del Sindaco Andrea Biondi e del Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente e al Sociale Francesca Bargiacchi, per la nomina del suo Presidente. La scelta è ricaduta sul Consigliere Comunale di Gavorrano Progressista Giuseppe De Biase. Ecco le sue prime parole: «La Commissione di cui sono stato nominato Presidente rappresenta tutto il Consiglio Comunale, composta da tre membri di maggioranza (De Biase – Ferrini- Rossini) e due di minoranza (Scapin – Iacomelli). Varie saranno gli argomenti da disquisire, dalle abitudini di vita ed alimentazione, alla chiarezza nei confronti degli stabilimenti industriali ai quali chiederemo collaborazione e dialogo, partendo dalla consapevolezza di ciò che respiriamo andando in primis a richiedere ad Arpat una centralina di rilevazione dell’aria».

«Nasce quindi una cabina di regia “autonoma” – conclude la nota – che collaborerà con il Sindaco Andrea Biondi, che ha fortemente voluto questo organismo, e l’Assessore Francesca Bargiacchi, che inizierà ad operare dal nuovo anno».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.