Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In città nasce la “Carta dell’infanzia”: la guida per le famiglie alla scoperta degli asili del Comune

GROSSETO – Al via la distribuzione della “Carta dei servizi educativi del Comune di Grosseto – nidi d’infanzia e scuole dell’infanzia”, uno strumento d’informazione e divulgazione dell’offerta educativa. Promossa e realizzata dall’Amministrazione, la Carta dei servizi educativi fornisce un quadro complessivo dell’offerta rivolta ai bambini dai 3 mesi ai 6 anni, nel rispetto degli standard di qualità dei nidi e delle scuole dell’infanzia comunali di Grosseto.

“La Carta dell’infanzia – spiegano il sindaco, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, e l’assessore ai servizi educativi, Chiara Veltroni – è una guida che mette a disposizione delle famiglie le offerte per l’educazione dell’infanzia. Uno strumento utile e diretto per aiutare le famiglie a districarsi tra le varie opzioni e ottenere i servizi in maniera più accessibile, rapida e semplice. E’ stata promossa dal comune non solo per informare, ma anche come espressione del patto educativo tra amministrazione e famiglie, con il quale il Comune si impegna a proporre ai cittadini un certo livello qualitativo”. Oltre che sul sito ufficiale del Comune, la Carta dei servizi educativi sarà distribuita alle famiglie entro un numero di copie prestabilito.

I servizi. La rete dei servizi comprende 5 nidi d’infanzia, 3 scuole di nido con bambini da 24 a 36 mesi e due di scuole dell’infanzia con bambini dai 3 ai 6 anni, i cui orari di apertura vanno dalle 6 alle 8 ore giornaliere, con forme di frequenza diversificate. Cinque di queste strutture sono gestite da terzi, nel rispetto degli standard di qualità. All’interno di ciascuna struttura, gli spazi sono dotati di angoli per il gioco, per attività motorie, laboratori, biblioteca, zone per il pranzo per l’igiene personale e il riposo, la lavanderia, spazi per adulti e un giardino esterno attrezzato. I pasti vengono prodotti nelle strutture che dispongono della cucina interna, tranne due scuole dell’infanzia che si avvalgono di catering.

Accesso ai servizi. Possono accedere ai servizi della carta i bambini di età tra i 3 e i 36 mesi per il nido, mentre i bambini dai 3 ai 6 anni alla scuola dell’infanzia. Per avere accesso ai servizi, è necessario inoltrare la domanda sulla base di avviso pubblico, emesso tra gennaio e febbraio, per la scuola dell’infanzia, e tra aprile e maggio per l’iscrizione al nido. Nella domanda, la famiglia dovrà esprimere un ordine di preferenza tra i servizi, e le domande presentate concorreranno poi a formare una graduatoria in base ai requisiti stabiliti. Sono previste quote di compartecipazione dei costi, alle quali le famiglie concorrono secondo certi criteri stabiliti. Un calendario con i periodi di apertura dei servizi, infine, sarà reso pubblico prima dell’inizio di ogni anno educativo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.