Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Comuni associati per progettare il territorio: in Maremma arrivano 150mila euro di contributi regionali

GROSSETO – Assegnati i fondi 2018 per la pianificazione intercomunale. Come annunciato la Regione Toscana ha stanziato circa 700.000 euro a sostegno delle Unioni o delle Associazioni di Comuni che hanno scelto una pianificazione d’area, che pensi o organizzi il territorio nel suo insieme, a prescindere dai confini comunali.

“La pianificazione d’area vasta – spiega l’assessore regionale al territorio Vincenzo Ceccarelli – è uno dei punti cardine della legge 65 del 2014 sul governo del territorio. Solo pensando l’evoluzione di un territorio nel suo complesso, senza frammentazioni, si può ben governare il suo sviluppo. Per questo la Regione ha ritenuto necessario promuovere forme di pianificazione sovra comunali e sostenere anche economicamente i Comuni che hanno deciso di fare questa scelta”.
Nelle annualità 2015, 2016 e 2017 sono già stati distribuiti tramite bando quasi 3 milioni di euro, che hanno portato 120 Comuni a redigere soli 25 piani strutturali intercomunali.

Grazie agli esiti del nuovo bando, saranno assegnati in tutto circa 700mila euro in tre anni a 11 raggruppamenti di Comuni.

Ecco l’elenco degli assegnatari in provincia di Grosseto
– Associazione dei Comuni di Campagnatico, Cinigiano e Civitella Paganico (GR): contributo di circa 60mila euro su un importo di 185mila complessivi;
– Unione dei Comuni Montani delle Colline metallifere (Comuni di Massa Marittima, Monterotondo Marittimo e Montieri – GR): contributo di 30mila euro su un importo di 50mila complessivi.

Nel corso del 2019 saranno attribuite risorse anche alle Unioni o Associazioni di Comuni che hanno partecipato al bando 2018, ma sono rimaste momentaneamente escluse dai finanziamenti sulla base della graduatoria.
In particolare nel 2019 riceverà un contributo per la pianificazione intercomunale:
– l’Unione Montana delle Colline del Fiora (Manciano, Pitigliano e Sorano – GR): richiesti 60.000 euro su un importo di complessivi 270mila.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.