Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Antenna, «Opposizione cerca visibilità cavalcando il malcontento. Tonini resta al suo posto»

Più informazioni su

GAVORRANO – «L’opposizione Movimento Gavorrano Bene Comune cerca deliberatamente di cavalcare il legittimo malcontento dei gavorranesi contrari all’installazione del traliccio presso la Finoria, per attaccare la maggioranza, chiedendo le dimissioni dell’assessore Tonini» a parlare è il sindaco di Gavorrano Andrea Biondi.

«Daniele Tonini non era nella precedente Amministrazione né assessore all’Ambiente, né tanto meno assessore all’Urbanistica, ovvero le deleghe con diretta competenza nella stesura del Piano comunale degli impianti di radiocomunicazione, andando ad individuare i siti presenti nel territorio comunale idonei alle installazioni, compresa la Finoria. Richiedere le sue dimissioni non è altro che un atto pretestuoso, che ha chiaramente l’obiettivo di dividere la maggioranza. Nel mio personale modo di approcciarmi al lavoro di squadra un attacco al singolo è automaticamente un attacco all’intero gruppo, e per questo motivo non ho mai pensato di portare la mia presenza alla manifestazione, ma ho ben volentieri incontrato una rappresentanza del futuro Comitato del NO al Traliccio della Finoria».

«Questo sindaco e la sua Giunta hanno il fermo obiettivo di scongiurare l’installazione del traliccio, ma certamente senza azioni di forza capaci semplicemente di trascinare il Comune di Gavorrano in dispendiose azioni risarcitorie, pertanto risulta al momento impossibile ritirare senza motivazioni legittime un permesso a costruire già emesso – prosegue Biondi -. La nostra azione di contrasto sarà politica, infatti la ditta Empire, titolare del permesso a costruire, confidava e confida sulla collaborazione dell’Amministrazione Comunale perché tale installazione riesca a raccogliere le antenne presenti nel resto del territorio, perché tale soggetto economico altro non fa che realizzare infrastrutture da sub affittare, non essendo un gestore diretto di telecomunicazione. Questa collaborazione da parte nostra sarà negata con l’obiettivo di rendere economicamente sconveniente per Empire l’installazione del traliccio».

«Non tutto è perduto, ed a garanzia della nostra azione di contrasto, vi è la nomina del Vice Sindaco Francesca Bargiacchi, come Assessore all’Ambiente, che già in passato nella veste di Segretario del Circolo PD di Gavorrano, si è opposta a tale installazione. Adesso può farlo nella veste di componente di peso della nuova Giunta di Gavorrano. Vogliamo affrontare questo percorso insieme a tutti i cittadini, comitati, movimenti e forze politiche che vorranno insieme a noi contrastare l’installazione del traliccio di 43 metri presso la Finoria, ma per favore, si eviti di strumentalizzare tale battaglia di interesse pubblico per obiettivi politici di parte».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.