Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grande sport e agonismo nel pareggio fra Grosseto Handball e Poggibonsese

GROSSETO – Un’altra bella pagina di pallamano e la firmano Grosseto Handball e UPP Poggibonsese, autori di uno spettacolare pari per 27-27 nella sesta giornata del campionato di BM.

 
Due formazioni che si affrontanto a viso aperto e non risparmiano energie. Tutte e due vogliono vincere e in campo si vede la foga agonistica che anima il gioco. Le squadre non si affrontano da un paio di anni ma conoscono a menadito i propri meccanismi di gioco. Poggibonsi conta sul fattore ex allenatore, Vincenzo Malatino, per sbarazzarsi dei padroni di casa. Di contro, i biancorossi conoscono ogni mossa del vecchio mister.

 
Si prospetta un match dal gioco congelato e dall’esito imprevedibile. Ma così non è. Gli ospiti patiscono il gioco della Solari e si ritrovano in pochi minuti a dover rincorrere. Lo fanno bene e nonostante il gap di 4 reti accumultato, riescono a recuperare e pareggiano. Quindi, in sostanziale equilibrio, si registra un continuo botta e risposta tra le due formazioni. Il primo tempo si chiude 12 a 11, col Poggibonsi in vantaggio di una incollatura.

 
Il secondo tempo è più favorevole agli ospiti, molto determinati, più forti fisicamente, che, purtroppo, ingannati dalla rimonta e dal conquistato vantaggio, pensano che i giochi siano fatti. Invece, i grossetani non demordono e, sebbene sotto di 4 lunghezze, riescono a recuperare e sprecano addirittura qualche palla vincente nel finale. Finisce 27 a 27. Un pari combattutissimo fino all’ultimo secondo dall’esito mai scontato. Grosseto si dimostra così all’altezza delle più accreditate Poggibonsi e Olimpic, sicuramente forti ma non imbattibili. Due pari molto pesanti che aumentano il morale ed accrescono l’autostima del collettivo.

 
Durante l’incontro si infortunano Davide Rizzo e Marco Coppi. Il primo dovrà ricorrere alle cure del pronto soccorso, il secondo invece, con caparbietà rimette piede in campo, nonostante la brutta botta al naso, e contribuisce così a tenere alto il morale dei compagni, trascinandoli all’unisono sino al pareggio finale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.