Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tre borse di studio da mille euro per celebrare i 20 anni dell’Ente bilaterale del turismo

GROSSETO – L’Ebtt, Ente bilaterale del turismo toscano, festeggia 20 anni di attività sul territorio e, per celebrare la ricorrenza, ha organizzato un concorso rivolto agli studenti dell’alberghiero Leopoldo II di Lorena, che mette in palio per i vincitori tre borse di studio da mille euro ciascuna.

Il concorso si terrà nella mattinata di mercoledì 5 dicembre nei locali della scuola e si divide in tre categorie, cucina, bar e pasticcera. Al contest parteciperanno gli alunni delle classi quarte, preventivamente selezionati dalla scuola, e saranno i primi classificati per ogni categoria a ricevere le borse di studio in palio.
A giudicare gli elaborati dei ragazzi sarà una giuria di sei persone, presieduta dalla chef Valeria Piccini, di cui faranno parte anche il barman Alessandro Brandi e alcuni professori dello stesso Leopoldo II.

Il concorso è stato presentato ufficialmente questa mattina da rappresentanti dell’Ebtt Alessandro Gualtieri, coordinatore del comitato di gestione, Gabriella Orlando, consigliere, Francesca Tommasini, responsabile del centro servizi, e Antonella Ricciuto insieme alla dirigente scolastica dell’istituto Leopoldo II di Lorena, Nunziata Squitieri.

«E’ un evento che premia una scuola con cui abbiamo una strettissima collaborazione – spiega Gualtieri, illustrando le finalità del concorso – festeggiamo 20 anni di formazione sul territorio, fatta sempre tenendo conto dei reali fabbisogni del territorio, confrontandoci, quindi, con le aziende. Questo è solo un primo evento che celebra l’attività: a febbraio, infatti, si terrà al Madonnino la Borsa Mercato Lavoro, che ogni anno tentiamo di migliorare e che ci da molte soddisfazioni, essendo diventato un appuntamento molto atteso sul territorio».

«E’ molto difficile – illustra Orlando – far incontrare domanda e offerta di lavoro ed è proprio su questo che ci siamo concentrati come Ente bilaterale. 20 anni fa avevamo una semplice banca dati che ora si è trasformata in un software avanzato, capace di fornire al datore di lavoro profili che combaciano perfettamente con le professionalità richieste. Andiamo particolarmente orgogliosi del nostro lavoro e dell’appuntamento con Borsa Mercato Lavoro, nato in Maremma e poi esportato in tutta la Toscana, che funziona bene, particolarmente per i lavoratori stagionali».

«Il concorso – aggiunge Ricciuto – conferma la volontà dell’Ente di investire sulle nostre eccellenze, per far crescere sempre di più le professionalità del territorio: mettere delle borse di studio a disposizione dei ragazzi significa permettere loro di accedere a corsi di alta formazione riconosciuti a livello internazionale».
«Le borse di studio – conferma la professoressa Squitieri – saranno spese appunto per l’alta formazione, daranno, perciò, accesso a scuole di altissimo livello».

«Ringraziamo l’Ente – aggiunge la dirigente – per tutti gli strumenti che mette a disposizione dei ragazzi, fornendo corsi che nono solo ne formano la professionalità, ma che li rendono consapevoli anche di quali siano i loro diritti, a partire dai contratti di lavoro fino ad arrivare ai fondi pensione integrativi. Per questo rinnoveremo presto il protocollo d’intesa con l’Ebtt, affinché questo proficuo lavoro di collaborazione possa continuare».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.