Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Suolo pubblico: ecco quanto costerà con la Cosap. Approvato il regolamento comunale.

Il nuovo canone sostituisce la Tosap, la tassa per l'occupazione del suolo pubblico

Più informazioni su

GROSSETO – Il Consiglio comunale ha approvato il Regolamento per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche e per l’applicazione del relativo canone, la Cosap.

“Il passaggio da Tosap a Cosap ovvero da tassa a canone è un impegno preso lo scorso anno e che già diversi Comuni italiani hanno effettuato – spiega il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna –. La nuova disciplina consentirà all’amministrazione di avere una maggiore flessibilità per introdurre nella regolamentazione le scelte promosse dall’ente in termini di differenziazione tra casistiche diverse e agevolazioni previste per alcune categorie e zone della città. Grazie alla Cosap saranno adeguate da subito alcune tariffe per soggetti interessati; tra queste quelle per i tavolini e le sedie delle attività commerciali e per i ponteggi necessari alle attività edili di recupero del patrimonio privato”.

La scelta di passare dalla Tosap alla Cosap nasce dopo una serie di riflessioni da parte degli uffici comunali, che hanno rilevato l’eccessiva rigidità della tassa rispetto a possibili variazioni nella tariffa volute dall’amministrazione comunale.

Dal primo gennaio la Cosap sarà quindi il nuovo canone di riferimento per questo servizio anche se saranno possibili alcune variazioni in termini migliorativi.

Il carico tributario, cioè l’imposizione complessiva, non cambierà. “Il lavoro dell’amministrazione comunale è finalizzato a diminuire gradualmente il carico tributario – conclude l’assessore ai Tributi Giacomo Cerboni -, ma sempre nel rispetto delle regole; per questo non ci potranno essere più deroghe sull’evaso e le sanzioni saranno applicate la massimo. Sono assolutamente infondate e sterili le accuse di mancata concertazione e gli allarmismi su possibili aumenti dei tributi. La direzione è una sola: ridurre le tasse”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.