Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rifiuti in pineta, sopralluogo con i Carabinieri: «E’ un’area privata. Spazi del Comune puliti»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – «Siamo presenti come Amministrazione comunale sul territorio intervenendo in maniera istantanea alle segnalazioni pur non potendo prevedere e prevenire tutto, ma per impartire il giusto senso civico, combattere l’ignoranza e l’inciviltà della gente occorreranno anni» inizia così la risposta di Elena Nappi vicesindaco ed assessore alle politiche ambientali del Comune di Castiglione della Pescaia alla Lega che ha denunciato la presenza di una discarica abusiva sul sentiero che dalla Vela porta al mare.

«Stamattina ho coinvolto i carabinieri e i tecnici di Sei Toscana e abbiamo effettuato un sopralluogo all’interno della pineta comunale denominata “La Vela”, segnalata come uno scempio, constatando l’ottimo stato di conservazione e manutenzione di tutta l’area pubblica». «Successivamente, accompagnata dalle forze dell’ordine ci siamo addentrati all’interno della pineta che confina con l’area comunale, divisa da una recinzione divelta dalla proprietà privata, trovandoci davanti rifiuti che risalgono probabilmente all’estate scorsa».

«La zona da tempo – prosegue Nappi – è tenuta sotto controllo dagli uomini della Stazione dei carabinieri della cittadina balneare e costantemente monitorata. Quel tratto di pineta è completamente abbandonato a se stesso – tiene a precisare la vicensindaca – soprattutto per l’inesistenza della manutenzione del sottobosco. Rientrata all’interno del palazzo comunale ho dato disposizioni agli uffici di contattare la proprietà, chiedendo immediatamente di eseguire i lavori necessari». «La mia presenza sulla tivù di Stato – conclude Elena Nappi – e in tutti i canali dove sono stata ospite in precedenza, ha sempre avuto come obbiettivo quello di promuovere le bellezze naturali del territorio e di come questa Amministrazione comunale sta portando avanti le proprie politiche ambientali».

«Le somme concesse ai 54 comuni italiani dal Governo, fra cui anche il nostro – ricorda il sindaco Farnetani agli esponenti del Carroccio – inerenti il progetto “Piano Spiagge sicure – Estate 2018”, per il periodo 15 luglio – 15 settembre erano finalizzate all’intensificazione dei servizi di vigilanza sull’abusivismo commerciale e quindi utilizzabili esclusivamente per assumere agenti di vigilanza e noi ne abbiamo messi in servizio 4, in aggiunta al normale servizio già programmato e parte delle restante somma sono state utilizzate per acquistare mezzi per il servizio in questione. Quindi, vorrei chiedere alla Lega Castiglione se sa di cosa parla: le risorse avevano il solo scopo di una intensificazione del servizio sulle spiagge e non per il controllo delle emergenze come quelle segnalate».

«Il sentiero in questione, completamente su area privata, non è inserito tra quelli pubblici – continua il sindaco – e quindi in tale area non è possibile prevedere ne illuminazione ne tantomeno telecamere di controllo. Il collegamento a mare tra il villaggio La Vela e il litorale è controllato, manutentato e agibile in sicurezza».
«Il Comune di Castiglione della Pescaia da anni sta operando con progetti specifici per la lotta alla contraffazione e al commercio abusivo nelle aree demaniali costiere e nelle pinete. Nel 2018 – conclude il primo cittadino – abbiamo dato vita a #CastiglioneSicura, un programma specifico contenente varie attività per la sicurezza tra le quali “Estate sicura” con la predisposizione di progetti relativi al piano collettivo di salvamento, affitti sicuri, spiagge animali da affezione, mare a misura di bambino ed, appunto, la lotta all’abusivismo commerciale».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.