Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Emergenza latte in Maremma: «Un milione di litri rischiano di non trovare collocamento»

SORANO – “L’ennesimo colpo agli allevamenti ovini in provincia di Grosseto rappresentato dalla disdetta dei contratti di fornitura da parte di Alival e Granarolo avrà effetti destabilizzanti in particolare nel territorio del comune di Sorano dove, secondo le stime delle organizzazioni professionali agricole, potrebbero restare senza collocamento circa un milione di litri di latte”.

Da qui l’appello che il sindaco e il vice sindaco di Sorano hanno rivolto al presidente della giunta regionale Enrico Rossi, oltre a chiedere un incontro con l’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi.

Dopo aver ricordato che la produzione degli allevatori del comune colpiti dalle disdette “rappresenta da sola un ottavo dell’intera produzione interessata alle recessioni dei contratti”, Carla Benocci  e Pierandrea Vanni notare che “per la nostra economia, nella quale l’allevamento ovino ha ancora un peso anche grazie alla presenza del Caseificio sociale cooperativo di Sorano, significherebbe un colpo durissimo”.

“Siamo consapevoli – aggiungano gli amministratori – che la Regione da sola non può fare tutto, si aggiunge nella lettera, e chiediamo anche un suo diretto interessamento in sede di governo e di Ue perché questa ultima vicenda in ordine di tempo si inquadra nella crisi crescente del comparto, che non solo rischia di scomparire ma determinerebbero comprensibili conseguenze anche sul settore della trasformazione e della produzione>, con effetti negativi a livello occupazionale e con ulteriori penalizzazioni per i conferitori”.

“Infine nella lettera ci si “augura vivamente che oltre all’iniziativa promossa dall’assessore Remaschi ci siano ulteriori momenti che coinvolgano tutti i protagonisti del comparto ovino-caprino perchè è davvero il momento non solo di tutelarlo adeguatamente ma anche di creare le condizioni per rilanciarlo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.