Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La storia delle Foibe in un film: «Dovrebbe essere proiettato nelle scuole della Maremma»

Grosseto: “Il film documento ‘Red Land’ (Rosso Istria) è una pellicola che tratta del dramma delle Foibe, una pagina di storia mai scritta, un pezzo della nostra storia di cui spesso ci si dimentica di parlare e soprattutto di ricordare” così si apre la nota di Bruno Ceccherini e Andrea Guidoni, consiglieri comunali di Fratelli d’Italia Grosseto.

“Un film – dicono Ceccherini e Guidoni – profondo e intenso, dov’è narrata la storia e soprattutto il dramma subito nell’ottobre del 1943 da Norma Cossetto, una giovane studentessa istriana, che dopo essere stata catturata e imprigionata dai partigiani Slavi, veniva prima lungamente seviziata e torturata, successivamente assassinata e poi gettata barbaramente nella buca, la Foiba, un pozzo comune profondissimo, senza nessuna pietà e nel totale disprezzo della persona umana”.

“Purtroppo, – continuano Ceccherini e Guidoni – nei libri di storia e nei testi in uso agli istituti scolastici, non si parla mai di questi barbari ed efferati crimini. E’ come se fossero mancanti delle pagine, ma sono pagine importanti della nostra cultura e storia. Forse un’omissione voluta a priori? Quando invece il dramma umano che gli italiani dovettero subire durante l’esodo giuliano-dalmato, con gli eccidi delle Foibe è stato un olocausto per tantissimi italiani”.

Terminano la nota con questa proposta Bruno Ceccherini e Andrea Guidoni: “Ci attiveremo con vari responsabili dei plessi scolatici, al fine di poter proiettare il film Red Land, anche nelle scuole superiori della nostra città. Così anche i nostri giovani, dato che i libri di storia non parlano di questo crimine contro gli italiani, avranno la possibilità di conoscere questa drammatica pagina di storia italiana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.