Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Immigrazione: cambiamenti normativi e sociali” Buzzani: «Gli effetti perversi del Decreto Salvini»

Più informazioni su

GROSSETO – “Immigrazione: cambiamenti normativi e sociali” è il titolo di un convegno organizzato da Arcisolidarietà Grosseto – Associazione Radicali Maremma – Forum Cittadini Del Mondo presso la sala Cgil in via Repubblica Dominicana giovedì 28 novembre a partire dalle 15. L’incontro tratta gli effetti del Decreto Salvini, ed è stato accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Grosseto per tre crediti formativi. All’incontro sarà presente anche Radio Radicale; interverranno Sally Kane (coordinatrice nazionale politiche immigrazione CGIL), Eugenio Alfano (Associazione studi giuridici immigrazione), Chiara Gorini – Arci Toscana e Christian Sensi (presidente ARCI Grosseto).

«Il DL Sicurezza e immigrazione, cosiddetto Decreto Salvini, snatura la normativa italiana sull’immigrazione e limita oltremodo i diritti individuali di tutte le persone e di tutti i cittadini, siano essi italiani, comunitari che extra-comunitari – afferma il presidente del Forum Cittadini del Mondo Maurizio Buzzani che parla di “effetti perversi del decreto Salvini”  -. Per molti ed illustri giuristi questa normativa “minestrone” – già di per sé, senza entrare nel dettaglio dei singoli articoli – per diversi aspetti non rispetta le norme della nostra Costituzione, fino al punto dell’illegittimità».

«È una legge che discrimina i più deboli, i migranti, gli immigrati. Cancella diritti umani fondamentali come il diritto all’asilo, alla residenza, al ricongiungimento familiare e limita fortemente le possibilità d’integrazione sociale. Porterà tensioni e scontri sociali, scoraggia gli ideali di solidarietà e convivenza civile e, come il Ministro di cui porta la firma, è foriera di odio e discriminazioni sociali e razziali. Di questo provvedimento e dei problemi umani, giuridici, sociali ed etici delle persone la cui vita viene ancora una volta sconvolta e messa in pericolo, delle conseguenze negative e peggiorative per la libertà di tutti i cittadini che stanno già derivando dalla sua applicazione… se ne parlerà al convegno a cui tutti sono invitati a partecipare» conclude Buzzani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.