Quantcast

Crisi del latte: «Basta riunioni. Dalla Regione azioni concrete o ci rivolgeremo al Ministro»

GROSSETO – “Siamo fortemente preoccupati dalle recenti decisioni di Granarolo ed Alival di non servirsi più delle aziende che producono latte ovi-caprino, la gran parte ubicate nel territorio grossetano” a dirlo sono Roberto Salvini e Marco Casucci, consiglieri regionali della Lega.

“Occorre – proseguono i consiglieri – che le Istituzioni si muovano, dunque, celermente per fronteggiare questa criticità ed auspichiamo, quindi, che vengano portate avanti, tempestivamente, iniziative concrete (non solo riunioni, quindi) per sostenere il predetto comparto.” “Sono in ballo, infatti – precisano gli esponenti leghisti -diversi posti di lavoro che, con le disdette arrivate dalle citate società, potrebbero essere messi seriamente a rischio.”

“Per pungolare ulteriormente la Giunta regionale – sottolineano Salvini e Casucci – abbiamo, quindi, predisposto uno specifico atto, ma siamo pronti ad interloquire direttamente col Ministero competente, qualora non ci fossero seri spiragli per risolvere la problematica.” “E’ per noi, infatti, fondamentale – concludono i rappresentanti del Carroccio – che questo settore, già alle prese con svariati problemi, non venga ulteriormente e pesantemente penalizzato”

Commenti