Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

100 ragazzi “studiano” per salvare vite: la scuola promuove la sicurezza in acqua. Al via i corsi

GROSSETO – Sono iniziati il 12 novembre scorso le lezioni di nuoto della XVIII^ edizione del Progetto “Sicurezza in Acqua”, corso propedeutico al conseguimento del brevetto di bagnino di salvataggio/assistente bagnanti organizzato dal Polo Tecnologico “Manetti-Porciatti” di Grosseto. Tutte le attività di nuoto si svolgono presso la piscina di via De’ Barberi.

Circa 100 gli studenti che, provenienti da tutte le Scuole Secondarie Superiori di Secondo Grado maremmane, sotto la guida dell’allenatore Marco Merelli e dell’istruttrice Sonia Bonari, anche quest’anno potranno prepararsi per sostenere gli esami utili al conseguimento del brevetto.

Come di prassi, gli studenti, oltre ai corsi di nuoto in vasca, seguiranno lezioni teoriche e pratiche di primo soccorso e di BLS tenute da medici specifici, oltre a lezioni con Maestri di Salvamento che potranno erudirli sulla figura professionale del Bagnino di Salvataggio, sulle conoscenze e capacità personali: versatilità, apertura mentale, autonomia, sicurezza in se stessi; relazionali: comunicare, coordinare,gestire rapporti interpersonali; specifiche: tecniche del soccorso in mare , fiumi, laghi, piscine , tecniche marinaresche, il trattamento delle acque in piscina, tutela dell’ambiente, meteorologia elementare, l’annegamento, tecniche di sorveglianza, tecniche di recupero a nuoto, l’uso delle attrezzature di salvataggio, nodi marinareschi fondamentali, il mare e le spiagge etc.

In tutti questi anni di lavoro, commenta il Dirigente del Polo Tecnologico Manetti Porciatti Prof.ssa Antonella Baffetti, anche grazie alla collaborazione dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Grosseto, alla Capitaneria di Porto, alla F.I.N. Sezione Salvamento e alla Società Nazionale Salvamento, il Progetto Sicurezza in Acqua ha formato centinaia di assistenti bagnanti e bagnini di salvataggio mettendoli in grado non solo di salvare vite umane ma anche in particolar modo di prevenire incidenti sia in mare che in spiaggia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.