Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Migranti, Cgil e Cisl: «Fuori la scuola dalle strumentalizzazione politiche: i problemi sono altri»

GROSSETO – “Non avremmo mai pensato di dover leggere, nel 2018 a Grosseto, “argomentazioni” che ricordano quelle dei segregazionisti di altre epoche. Non possono davvero essere qualificate in modo diverso le affermazioni razziste e decisamente spropositate fatte nella giornata da una parte politica che ci rappresenta anche in Parlamento”. Sono queste le parole con cui i segretari generali di Cgil, Claudio Renzetti, e Cisl, Fabrizio Mliani, commentano le dichiarazioni di ieri.

“Come organizzazioni sindacali – aggiungono i segretari delle categorie scuola, Cristoforo Russo (Cgil) e Alfonso Nocchi (Cisl)  – non siamo interessati alla polemica politica né a contrapporci a un livello così incredibilmente basso di propaganda. Ma poiché quello che hanno detto i due rappresentanti politici e istituzionali locali chiama chiaramente in causa il ruolo della scuola e di chi ci lavora, riteniamo necessario rimarcare in modo inequivocabile alcuni concetti”.
“La scuola è un’istituzione pubblica inclusiva il cui compito è formare le persone e offrire loro opportunità di emancipazione e studio. Lasciatela pertanto fuori da piccole strumentalizzazioni politiche e occupatevene seriamente, visto che di problemi dovuti a mancanza di risorse, personale e innovazione didattica ce ne sono sul tavolo anche troppi. Il Centro provinciale per l’istruzione degli adulti (Cpia), ospitato all’Istituto Leopoldo II di Lorena, è un’istituzione di eccellenza che da anni garantisce la possibilità di studiare a centinaia di adulti per conseguire un titolo di studio o abilitazioni linguistiche. I richiedenti asilo e i rifugiati accolti nei Cas frequentano da sempre i corsi di lingua italiana, che sono il primo e principale veicolo d’inclusione e comprensione della nostra realtà”.
“Alle argomentazioni razziste e parascientifiche su infezioni e sterilizzazioni – concludono le organizzazioni sindacali – non vale nemmeno la pena rispondere. Si commentano da sole per quanto sono grottesche e fuori dal tempo. La scuola pubblica è un’altra cosa, e sta su un altro livello”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.