Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fondo per la farmacia: «Punto ritirato dall’ordine del giorno. La maggioranza non c’è più»

FOLLONICA – «Il prossimo consiglio comunale è convocato per il giorno 29/11 alle ore 20.30 e, da quanto si legge nella convocazione con relativo ordine del giorno oggi presentata, l’acquisto del fondo della farmacia comunale non ci sarà» a dirlo è il consigliere di opposizione Daniele Pizzichi in una nota.

«A quanto sembra – prosegue il consigliere –  nella maggioranza c’è ancora molta fibrillazione e possiamo facilmente capire che non c’è la condivisione sulla proposta di acquistare il fondo dove risiede attualmente la farmacia comunale di via Litoranea, tutto solo a pochi mesi dalla scadenza del mandato del sindaco Benini. Prendiamo atto ancora una volta che questa amministrazione non ha più una maggioranza all’interno del consiglio comunale , il sindaco Benini è a fine corsa e quindi possiamo dedurre che l’unica sua mira ad oggi è quella di riuscire a portare a scadenza naturale la sua legislatura e non cadere prima».

«Con il ritiro dall’ordine del giorno nel prossimo consiglio comunale del punto in questione – sottolinea Pizzichi – possiamo affermare che la proposta dell’assessore competente Andrea Pecorini ha fallito in pieno il suo obbiettivo. Dopo la mancata approvazione nel consiglio comunale precedente nulla è stato fatto , non è stata convocata una commissione , non è stato discusso il punto con il consiglio comunale ne è stato fatto sapere più nulla dell’evolversi della situazione ai cittadini follonichesi , ma si è preferito continuare la discussione all’interno della maggioranza , ed evidentemente non è stata trovata una decisione che potesse assicurare all’amministrazione neanche i numeri minimi necessari per l’approvazione».

«Avremmo potuto discutere sulla possibilità sia di ampliare il punto vendita – conclude il consigliere – anche valutando la possibilità di inserire all’interno degli studi medici per esempio . Proposte che sicuramente avrebbero trovato maggiori consensi anche da qualche consigliere dell’opposizione e forse anche tra qualche membro della maggioranza .Se da un lato è condivisibile la proposta di acquistare un fondo ed evitare di pagare degli affitti (oggi molto alti) dall’altro sicuramente c’è bisogno di pensare anche ad uno sviluppo per la farmacia di via Litoranea visto che all’interno del bilancio dell’azienda Farmaceutica municipalizzata, che in questi anni è cresciuto sempre di più, possiamo notare che rispetto all’altra farmacia situata in via Cassarello quella di via Litoranea produce delle entrate decisamente molto inferiori».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.