Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#dilunedì: cosa funziona e cosa no, top e flop della domenica (post Fucecchio-Grosseto)

GROSSETO – Prima o poi doveva arrivare. La prima sconfitta stagionale è arrivata proprio nel primo vero big match contro una delle due rivali più accreditate alla vittoria finale. È arrivata anche in malo modo, visto che fino al terzo gol del Fucecchio il Grosseto pur avendo giocato peggio non aveva demeritato così tanto, e anche se il 4-1 finale è sicuramente un risultato troppo pesante bisogna prenderlo con le molle. Sono diverse le cose che non sono andate in questa decima giornata di campionato, ma non bisogna dimenticare che un passo falso ci può stare e che, soprattutto, il Grifone avrà la possibilità nell’anticipo di sabato prossimo di riscattarsi subito contro il Montecatini, altra compagine accreditata alla vittoria finale. Entriamo come ogni lunedì nell’analisi della giornata, e del momento, per vedere cosa è andato e cosa no.

 

Pollice in su

  Tanto di cappello a quei circa 150 tifosi grossetani presenti a Fucecchio che a fine partita hanno applaudito i giocatori biancorossi. Da quegli applausi, convinti anche se feriti, dovrà ripartirà il Grosseto per cercare il pronto riscatto.

 

  Il ritorno di Cretella in campo è stato uno dei pochi elementi positivi della giornata. Il centrocampista biancorosso ha lottato, seppur sbagliando come i suoi compagni, e si è incaricato di battere e segnare il rigore dell’uno a due.

 

  Nonostante il risultato pesante, il Grosseto ha avuto soltanto 10-15 minuti di sbandamento in occasione del terzo gol. Complessivamente ha sbagliato tanti passaggi, ma ha cercato di reagire e di riaprire la partita. E forse con un pizzico di fortuna in più…

 

 

Pollice in giù

✔  Il Fucecchio è riuscito a vincere la partita in mezzo al campo. I biancorossi hanno sbagliato troppi passaggi e troppi appoggi, regalando palloni come in occasione del primo e del terzo gol.

 

✔  Parlare con il senno di poi è facile, ma il 4-3-3 ha evidenziato meglio alcune problematiche. A partire proprio dall’isolamento di Andreotti nell’area avversaria, complice anche l’ottimo pressing fatto su Pirone e Pierangioli che non sono riusciti a fargli arrivare cross importanti o palle giocabili.

 

✔  L’approccio alla partita e l’atteggiamento in campo sono i punti da rivedere di questa giornata no. Il Fucecchio è entrato determinato, senza concedere nulla, e l’ha dimostrato dopo appena tre minuti conquistando una palla malamente buttata via da Zagaglioni e trasformandola subito in rete. Stessa cosa in occasione del 3-1 che ha definitivamente tagliato le gambe ai maremmani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.