Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità: «Risparmio di 12 milioni di euro per la spesa farmaceutica»

Più informazioni su

FIRENZE – “Farmaci, aggiudicata in Toscana una gara che produrrà un risparmio di quasi 12 milioni di euro per il Servizio sanitario toscano. Si tratta di un farmaco molto usato, la prima voce di spesa farmaceutica in Toscana” a farlo sapere una nota della Regione.

“A meno di 30 giorni dalla perdita del brevetto da parte della specialità medicinale Humira (farmaco biologico a base di adalimumab) – illustra la nota – Estar (Ente di supporto tecnico-amministrativo regionale) ha effettuato una gara in concorrenza con i farmaci biosimilari nel frattempo autorizzati dal Ministero della salute a essere messi in commercio. Questo farmaco, che ha numerose indicazioni in ambito reumatologico, dermatologico e in gastroenterologia ed è il più usato in Toscana, ha avuto un fatturato annuo di poco superiore a 23 milioni di euro l’anno. La gara in concorrenza (arrivata una settimana dopo quella effettuata dalla Regione Piemonte aggregando i consumi di 5 regioni) ha visto una aggiudicazione al biosimilare Imraldi (ovviamente sempre a base di adalimumab con le stesse indicazioni del farmaco originator) a 85 euro (IVA esclusa), con un risparmio complessivo annuale per il SSR della Toscana pari a 11.894.760 euro (IVA esclusa)”.

“Estar, assieme al settore politiche del farmaco della Regione Toscana – sottolinea Monica Piovi, direttore Estar – contribuisce ancora una volta nel settore degli appalti a sostenere i passi già fatti dalla Toscana nella direzione della riduzione della spesa farmaceutica”.

“Il risultato eccezionale di questa gara (basti pensare che la rammentata gara della Regione Piemonte per 5 regioni aveva aggiudicato un biosimilare a 146 euro) – conclude la nota – dà un contributo decisivo per la sostenibilità del SSR. Gare analoghe consentiranno di garantire a tutti i cittadini che ne avranno bisogno i farmaci innovativi di recente immissione in commercio che hanno costi importanti (basti pensare al piano regionale per la eradicazione della Epatite C e le recenti nuove terapie oncologiche)”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.