Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Azione cattolica, domenica si riunisce l’assemblea diocesana: «Chiamati alla santità oggi»

Domenica 18 novembre, nei locali della parrocchia del Sacro Cuore. Sarà approfondita la figura del beato Odoardo Focherini, deportato nei campi di concentramento per aver salvato la vita a molti ebrei

Più informazioni su

GROSSETO – “Chiamati alla santità oggi”, sarà la traccia dell’assemblea diocesana dell’Azione Cattolica, in programma domenica 18 novembre negli spazi della parrocchia del Sacro Cuore, a Grosseto.

“L’intento – spiega il presidente diocesano Marco Rossi – è quello di avere un tempo nel quale poter riflettere sulla chiamata alla santità che la Chiesa ci rivolge come battezzati, alla luce dell’Esortazione apostolica di papa Francesco “Gaudete et Exultate” e comprendere, così, come nell’oggi della storia che viviamo possiamo rispondere a questa vocazione. Lo faremo – continua Rossi – aiutandoci anche con la riscoperta di alcune figure, in modo particolare quella del beato Odoardo Focherini, iscritto all’Azione Cattolica, che fu deportato nei campi di concentramento per aver salvato la vita a diversi ebrei”.

Focherini è una figura straordinaria di laico credente. Originario di Carpi, dove nacque nel 1907, fu molto impegnato nell’Azione Cattolica, di cui fu anche presidente diocesano. Nel 1930 sposò Maria Marchesi, dalla quale ebbe sette figli. Assicuratore, fu molto appassionato anche di giornalismo, tanto da fondare, insieme a Zeno Saltini, ancora non sacerdote, la rivista “L’Aspirante”, che poi diventerà giornale nazionale dei ragazzi. Nel 1942 inizia l’attività a favore degli ebrei, che si intensifica ulteriormente dopo l’8 settembre 1943. Ne salverà oltre cento.
L’11 marzo 1944 è arrestato all’ospedale di Carpi mentre cerca di organizzare la fuga di Enrico Donati, ultimo ebreo che riesce a far fuggire e a salvare. Viene rinchiuso in vari campi di concentramento: morirà per setticemia il 27 dicembre 1944 nel sottocampo di Hersbruck.  “Quella di Focherini – continua Marco Rossi– è una figura attualissima e molto bella. Verrà a tratteggiarcela Remo Rinaldi, studioso e scrittore che oggi vive a Nomadelfia, e che fu compagno di classe di una delle figlie di Focherini”.

Oltre all’approfondimento della figura di questo beato, p. Egidio Stefani, parroco del Sacro Cuore, terrà una meditazione sulla santità alla luce degli elementi centrali della “Gaudete et Exultate”. L’assemblea diocesana, aperta ad aderenti, soci, ma anche a quanti desiderano vivere un’occasione di riflessione, avrà inizio alle 13 con il pranzo (su prenotazione) e si concluderà alle 18.30. In occasione dell’assemblea, nel salone parrocchiale del Sacro Cuore sarà allestita una mostra storica dell’Azione Cattolica nazionale, diocesana e di documenti raccolti nelle parrocchie.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.