Biogas, l’attacco dei 5 Stelle al sindaco: «Meno selfie, più fatti. Tuteli i cittadini»

GROSSETO – Il Movimento 5 stelle non molla sul biogas e replica al sindaco. “Immobile sulla sicurezza, indifferente sulla salute. Il sindaco assume il ruolo di Ponzio Pilato. Alle sacrosante proteste dei cittadini Vivarelli Colonna risponde da politicante. Eppure sicurezza e salute sono al primo posto dei doveri di un sindaco. È la legge che lo dice, non il 5 stelle”. Il Movimento critica lo scaricabarile del sindaco sul tema biogas.

“Vivarelli Colonna deve agire. La legge gli riconosce poteri e strumenti importanti per esercitare le sue funzioni e garantire così l’incolumità pubblica dei suoi concittadini. Ma lo deve fare subito. Deve dare un segnale forte che ancora non ha dato”. Dal Movimento recriminano riguardo promesse disattese.

“Abbiamo provato, in passato, a impegnare il sindaco dinanzi ai suoi doveri. Ricordiamo la presentazione di un atto proprio sul problema delle emissioni degli impianti a biogas, di fronte al quale il primo cittadino prese un impegno preciso: in seguito al ritiro dell’atto da parte dei nostri consiglieri avrebbe istituito un gruppo di lavoro istituzionale con tutto il consiglio comunale. Il tavolo lo ha fatto, ma i commensali li ha scelti lui e, sia noi del M5S, sia le altre forze politiche votate dai cittadini, non abbiamo ricevuto nessun invito. Vivarelli Colonna è sempre di più il sindaco delle promesse non mantenute e dei selfie”.

Infine l’appello diretto: “sindaco, inviti i capigruppo a partecipare al tavolo sul biogas. Mantenga la promessa fatta in consiglio comunale”.

Commenti