Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Clorofilla Film Festival si chiude dopo 60 proiezioni in 10 tappe: ecco i vincitori

GROSSETO – «Si è conclusa tra gli applausi la diciassettesima edizione del Clorofilla Film Festival, la rassegna cinematografica di Legambiente, che ha premiato i migliori corti e documentari a tema ambientale e sociale allo Spazio Alfieri di Firenze. L’unione tra ambiente e temi sociali nasce da una convinzione degli organizzatori: quella che il rispetto dell’ambiente parte dal rispetto dell’umano, delle persone» a farlo sapere una nota degli organizzatori.

«I vincitori dell’edizione 2018 – annuncia la nota – sono stati divisi in tre sezioni: Documentari, vinta da “Appennino”, di Emiliano Dante; Corti, vinta da “Magic Alps” di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi ex aequo con “Che fine ha fatto l’inciviltà?” di Delio Colangelo; #solounminuto, vinta da “Portiamo la scuola dove non c’è” di Gianmarco D’Agostino e “Caffè” di Simone Bianchi».

I premi sono stati consegnati nella serata di martedì 13 novembre, al termine della tre giorni di cinema, musica, letteratura e ambiente, realizzata con il contributo del Mibact e la collaborazione dello Spazio Alfieri e di Quelli della Compagnia. Accanto alle opere in gara sono stati organizzati anche una serie di eventi come presentazioni di libri, dj set e degustazione di prodotti “etici”.

Il Clorofilla film festival, che si svolge tra maggio e novembre con film, documentari e corti a tema ambientale e sociale, ha toccato quest’anno 10 località tra Toscana, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Calabria, Liguria e Puglia con oltre 60 proiezioni in 55 serate. L’intento è quello di superare l’idea di festival che si consuma in pochi giorni per dare vita ad una manifestazione che duri tutto l’anno: per creare un contatto diretto con il territorio e il pubblico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.