Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il mare dell’Argentario palestra delle migliori imbarcazioni in attesa dei grandi eventi velici

MONTE ARGENTARIO – Barche a vela famose e non, velisti noti e non ma tante regate per tutto l’inverno sono iniziate nelle acque del mar di Toscana intorno al promontorio argentarino.

Le barche famose che da qualche giorno “si ingaggiano tra loro” a poche centinaia di metri dal Lungomare dei Navigatori di Porto Santo Stefano, ben visibili da residenti e turisti, sono due splendidi 12 metri stazza internazionale Nyala e Kookaburra II della flotta di Patrizio Bertelli, cioè Prada/Luna Rossa e prossima Coppa America; si allenano per partecipare alla New York Yacht Club 165th Annual Regatta che si terrà a Newport, Rhode Island nei giorni 14, 15 e 16 giugno sotto il guidone del New York Yacht Club (nella foto di Daniele Busetto).

Nyala disegnata da Olin Stephens è del 1938 e ha già vinto il campionato del mondo nel 2014 a Barcellona, Kookaburra II è la seconda su tre (più un progetto) costruita nel 1987 barca e si è comporta bene nei Defender Trials dell’America’s Cup del 1987.

Hanno preso il via questa domenica all’Argentario anche le regate invernali e si svolgeranno ogni due settimane fino alla prima decade di marzo 2019 presso i due storici circoli velici di Porto Santo Stefano e Porto Ercole. Ai due briefing pomeridiani per i velisti, previsti alla stessa ora nelle due diverse clubhouse, è riuscito a essere presente il comandante Daniele Busetto.

Lo Yacht Club Santo Stefano organizza con il Circolo Velico e Canottieri e la collaborazione della società Porto Domiziano spa l’11° Campionato invernale di vela con venti imbarcazioni iscritte,): Sun Fast 3200 Pizzi e Teo di Sabatini Cassiano, Dufour 38.5 Korenia di Luciano Loffredo, First 34,7 Linda di Augusto Bianchini, Su Odissey 349 Vita di Fabrizio De Feo, Gran Soleil 39 Kiron di Muscaritoli, EC 37 Adelma II dello Yacht Club Rieti, Dufour 365 GL Uxor di Attilio Benedetti, Dehler 34 Vivi di Gabriele Agresti, Comet 41S Valis di Andrea Pescatori, Comet 42S El Paso Felpado di Danilo Solari, Beneteau 40.7 Razza Clandestina di Razza Clandestina Sailing Team, Elan 34 Alpha Umi di Luigi Miraglia, M37 Iemanja di Piero De Pirro, First 42ST Aramis di Forzanove, Hanse 430 Woodstock di Luigi Proietti, Elan 333 Saracena di Tarcisio Solari, Oceanis 370 Colibrì di Malcom Occhetto, bavaria 34 Turquoise di Patania Alessio, First 30 Armonia di Massimiliano Alberigi e Alpa 9 Pazziella di Mauro Alessandroni.

Il Circolo Nautico e della Vela Argentario e il Reale Circolo Tevere Remo in collaborazione con il Marina Cala Galera ha programmato la quarta edizione dell’Argentario Coastal Races e la terza MonteArgentario Winter Series, le barche iscritte sono undici, di seguito tipo, nome e proprietario: J35 Fjore di Lua Aprati, Tripp 36 Vamos Adelante di Fabio Ordi D’Ubaldo, X382 Madifra 6 di Vincenzo Santarcangelo, Bavaria 38 Sventola di Massimo Sallusti, Elan 45 Ari Bada di Agostino Scornajenchi Gs 37 Kochab di Michele Perugini, GS 43 Ventisei di Ernesto Iannucci, GS 48 Luduan 2.0 di Enrico De Crescenzo, Comet 45 S Quattrogatti di Andrea Casini, Ma cherie di Enzo Cappucci, GS 45 Chiros 8 di Alessandra Frasca, Proto Galahad di Gerhard Niebauer e Oceanis 411 Clip. Crudelia di Mauro De Sanctis.
Un paio di curiosità sulle barche partecipanti nei due yacht club, Oceanis 370 Colibrì ha visto nel passato al timone il parlamentare di lunga data Achille Occhetto e ora è condotta dal figlio Malcom, il Proto Galahad di Gerhard Niebauer, una di dieci imbarcazione costruite in Gran Bretagna per l’addestramento dei giovani ufficiali della Marina inglese pare ci abbia fatto “il piede marino” il principe Carlo di Inghilterra nel suo periodo di fomazione nella Royal Navy.

Le manifestazioni veliche dei due yacht club argentarini sono sotto l’egida della Federazione Italiana Vela (FIV) dell’Unione Vela Altura Italiana (U.V.A.I.) e hanno il patrocinio del Comune di Monte Argentario. Da segnalare inoltre che gli ufficiali di regata (i giudici) sono per lo Yacht Club Santo Stefano Andrea Bimbi (presidente) Maurizio Giannelli e Paolo Travison e per il Circolo Nautico e della Vela Argentario Fusto Proietti (presidente), Mauro Vichi e Fabio Andreuccetti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.