Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piano casa, in arrivo 22 appartamenti pubblici: «Salvato il finanziamento di 4 milioni di euro»

GROSSETO – Sarà rilocalizzato alla frazione delle Stiacciole il finanziamento di edilizia economica e popolare che fino ad oggi insisteva sugli edifici in costruzione di via de’ Barberi, a Grosseto.

“L’operazione – spiega il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna – è il frutto dell’abilità di amministratori e tecnici del Comune, resa possibile anche grazie alla disponibilità dell’assessore regionale Ceccarelli. Un’operazione che si è resa necessaria anche a causa del problema purtroppo cristallizzato dell’area Peep di via de’ Barberi, su cui la procedura fallimentare complicata e ancora pendente non permette al Comune una soluzione a breve termine”.

“L’azione nasce anche dalla volontà di scongiurare la perdita di una linea di finanziamento di quasi 4 milioni di euro proveniente dal piano nazionale di edilizia abitativa – chiarisce il Comune in una nota -il Comune di Grosseto, in sinergia con Edilizia Provinciale Grossetana Spa, ha chiesto e ottenuto di poter utilizzare questa importante somma su una zona diversa. Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti proprio ieri ha concesso il nulla osta all’operazione”.

Alle Stiacciole, così, sorgeranno 22 nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica. Sempre nella frazione, sorgerà anche un centro di servizio a corredo del nuovo complesso per ospitare varie attività commerciali.
“Crediamo fortemente nelle politiche abitative come strumento necessario ed efficace di benessere e coesione sociale – conclude Vivarelli Colonna –. La casa è e deve essere un diritto fondamentale come sostegno indispensabile alla famiglia ed è per questo che il nostro impegno sarà al massimo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.