Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Seconda edizione di “Astri di Maremma”: tre giorni di eventi dedicati alla scienza e alla ricerca

GAVORRANO – Tre giorni di incontri con la scienza in occasione del convegno “Astri di Maremma”, promosso dall’associazione “Amici del Cosmo”, la Pro Loco di Gavorrano e il Comune di Gavorrano.
Creare percorsi concreti per il territorio e strategie di sviluppo legate alla tecnologia avanzata e la ricerca applicata, è quello che si auspicano gli organizzatori dalla manifestazione, giunta alla sua seconda edizione.
Il 9, 10 e 11 novembre agli ex-Bagnetti si parlerà quindi di sviluppo dell’Alta Maremma con il contributo di numerosi relatori del mondo della scienza, delle imprese locali e delle scuole, con l’intento di connettere la comunità e la scuola con il tessuto imprenditoriale locale e la ricerca scientifica.

«Lo scopo – spiega il coordinatore Franco Balloni – è quello di creare sinergie tra le istituzioni pubbliche e private, dalle scuole alle imprese, e portare a conoscenza degli studenti le eccellenze locali.
Astri di Maremma vuol essere una manifestazione che duri nel tempo. Quest’anno siamo alla seconda edizione, nuovamente con la partecipazione di scienziati illustri di spessore mondiale, e ci auspichiamo che diventi un festival da ripetere ogni anno».

«Ho sposato in pieno questa iniziativa – commenta il sindaco di Gavorrano, Andrea Biondi – perché riesce a dare un contributo e la possibilità di lasciare una traccia utile allo sviluppo umano ed economico del territorio. Infatti, interverranno degli scienziati che racconteranno delle proprie esperienze di studio legate alla vita quotidiana. Ad esempio un argomento sarà se è possibile prevedere i terremoti. Insomma, tutte ricerche scientifiche che hanno un riscontro immediato nella vita quotidiana delle persone. In più ci saranno gli interventi di figure del mondo imprenditoriale, accademico e tecnico che racconteranno le proprie esperienze di sviluppo del territorio».

Il programma del convegno si articola in tre giornate. Venerdì 9 novembre, a partire dalle ore 8.45, il convegno sarà aperto a tutti. La giornata di sabato, 10 novembre, sarà invece dedicata alle scuole. Saranno presenti le classi III e IV dei licei di Follonica e Massa Marittima mentre domenica mattina, 11 novembre, verrà istituita una tavola rotonda presieduta dal sindaco Andrea Biondi, con le dirigenze scolastiche, imprese, scienziati e giovani ricercatori.
Verranno inoltre consegnati due riconoscimenti onorifici; alla professoressa follonichese Maria Elisabetta Sabatini, insegnante di matematica in pensione e a Loriano Salvucci, punto di riferimento della cultura e storia gavorranese.

Come per la scorsa edizione, alla manifestazione faranno da cornice gli aquiloni di Fabiano Vignali e una mostra di giocattoli antichi. Inoltre sarà esposto il telescopio di Mario Olivotto e un modello funzionante della plastica dello smistamento delle piriti, costruito da Massimo Bertocci negli anni 40.
Durante gli intervalli del meeting sarà anche possibile visitare il Parco minerario.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.