Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Forza Nuova scende in piazza: «Grosseto sprofonda in un baratro di illegalità e violenza»

Più informazioni su

GROSSETO – Dopo la manifestazione “Riportiamo la luce” che si svolgerà domani sera, anche Forza Nuova scende in piazza, il 7 novembre «Abbiamo voluto evitare di intervenire a caldo nel coro di comunicati pubblicati per solidarietà nei confronti della nostra concittadina aggredita da uno stupratore. Abbiamo letto parole, spesso giuste, ma pur sempre parole, uscite dalla bocca anche di quei Partiti politici che, più di altri avevano promesso un giro di vite, o quantomeno un cambiamento in tema di sicurezza. È palese, invece, come la nostra città, contrariamente alle speranze, stia sprofondando in un baratro di illegalità e di violenza».

«Per esprimere la nostra più sincera solidarietà alla nostra concittadina, e per sollecitare un maggior impegno da parte delle Istituzioni in tema di sicurezza – prosegue Forza Nuova -, abbiamo organizzato un corteo privo di simboli di partito e aperto a tutti i cittadini, a tutte le forze politiche, ma soprattutto a tutte le donne della nostra città. Porteremo con noi un documento forte, importante, e sosteremo per qualche istante nei pressi del luogo ove è avvenuta l’aggressione, per riflettere a fondo sulla estrema gravità dell’accaduto! Riteniamo non sia sufficiente che i delinquenti vengano subito arrestati: si deve intervenire affinché questi gravissimi episodi non si verifichino più. Nel caso specifico, oltretutto, il soggetto risultava essere già stato segnalato per atti del genere, quindi recidivo».

«Sulla base di tanti, troppi episodi criminali, e dell’esasperazione di tanti cittadini, presenteremo al sindaco la seguente domanda, con relativa mozione: tre casi di tentato stupro in pochi mesi in una città come Grosseto, possono sembrare episodi sporadici o circostanziati? Crediamo proprio di no! Qualcuno, intellettualmente onesto, e privo di paraocchi ideologici, può mettere in dubbio la stretta correlazione esistente tra l’aumento del fenomeno immigratorio e l’aumento di casi di illegalità e di criminalità? Crediamo proprio di no! E allora, è arrivato il momento di chiedere al Prefetto di considerare Grosseto una città ad alto rischio criminale e che, di conseguenza, possa prendere immediatamente tutte le misure del caso: richiedere con urgenza un maggior numero di Agenti delle Forze dell’Ordine. Nel frattempo utilizzare personale delle nostre Forze armate a supporto delle Forze di polizia (misure già in atto in molte città italiane: Operazione strade sicure), militari che, pur avendo le “mani legate” da un quadro normativo illogico e permissivista, costituirebbero, comunque, una rassicurante presenza dello Stato oltre che un validissimo aiuto alle FF.OO. Far sgomberare immediatamente tutti i siti dove i clandestini bivaccano e/o spacciano: i Crespi, via De Barberi, la cantoniera vicino al Penny Market, il D Park,le Mura e tanti altri siti già noti alle FF.OO e a tanti cittadini esasperati. Debellare il caporalato sempre più radicato, arrestando gli sfruttatori e controllando tutti gli sfruttati, espellendo tutti i clandestini non in regola. Intensificare l’istallazione di telecamere di sorveglianza, ma con la certezza che vi sia personale sufficiente a tenerle monitorate costantemente per avere la sicurezza di un pronto intervento».

«Consegneremo le nostre istanze al sindaco, invitandolo a presentarle al prefetto, e invitandolo anche alla nostra manifestazione, pur sapendo che presenzierà ad altro evento simile. Bene sfilare insieme ai cittadini, ma urgono misure concrete, immediate e soprattutto drastiche. Il ritrovo è per mercoledì 7 novembre, ore 21 in piazza Dante; ci muoveremo poi attraverso piazza del Sale, salendo sulle Mura, raggiungendo il Bastione Garibaldi, il Parco della Rimembranza, sosta per un attimo di riflessione sul luogo dell’accaduto e rientro in piazza Dante» conclude Forza Nuova ribadendo la natura spontanea e non politica della manifestazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.