Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cittadini e studenti insieme per “Puliamo il mondo”: «L’obiettivo è liberare il mare dalla plastica»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Pulire la spiaggia da tutti i materiali, soprattutto plastici, dopo le recenti mareggiate, sarà questo l’obiettivo di “Puliamo il mondo” di martedì 6 novembre a Castiglione della Pescaia.

“Un appuntamento classico – afferma Elena Nappi, Vicesindaca e assessore all’ambiente della cittadina costiera – che quest’anno assume una valenza diversa: aiutare il suo mare a liberarsi dalla plastica e rendere il senso civico ad una società che lo ha perso”. “Come ogni anno – continua Nappi – abbiamo coinvolto alcune classi della scuola elementare, la 2 A, la 3 A e la 4 A, che supportati dall’Amministrazione comunale e accompagnati dal personale di Legambiente, saranno guidati sulla spiaggia per raccogliere i “regali” delle recenti mareggiate, la grande novità sarà la presenza del nascente gruppo di volontari ecologici della Vab di Castiglione della Pescaia, formato da semplici cittadini che dimostrano un grande attaccamento al proprio territorio”.

Il ritrovo è fissato alle ore 9:00 nel parcheggio del parco giochi di viale Tirreno e l’invito a partecipare è rivolto a tutti. «Prendendo parte a questa iniziativa – spiega l’assessore alle politiche ambientali – ragazzi e cittadini dedicheranno un po’ del loro tempo a prendersi cura di una parte essenziale della nostra realtà come la spiaggia, che fra il 29 e il 30 di ottobre, come gran parte del territorio comunale, è stata oggetto di una circostanza atmosferica disastrosa».

«Questa è un’occasione – spiega la vicesindaca – per rimboccarsi le maniche e dare il proprio contributo, essere protagonisti in prima persona di un’azione che può essere esempio da emulare per tanti altri. Quello che compiremo martedì 6 novembre è solamente un piccolo gesto, ma che assume un grande valore educativo e civico, soprattutto per i ragazzi. Tenere in perfetto stato la “cosa pubblica” deve diventare un modo di pensare consueto e non un fatto straordinario».

«Le nostre potenzialità di amministratori, ma soprattutto come cittadini, nell’attuare tutte quelle azioni di rispetto e prevenzione sul territorio sono infinite – conclude Elena Nappi – e tutti assieme possiamo raggiungere importanti traguardi. Ogni gesto che compiamo, anche durante manifestazioni come questa, è un segnale significativo che ci fa capire quanto in Italia stia crescendo la sensibilità sui temi ambientali».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.