Quantcast
Golfo

A Follonica la duna non c’è più: l’uragano si mangia la spiaggia fotogallery

maltempo Duna

FOLLONICA – «L’uragano di ieri ha colpito duramente anche la spiaggia del Tony’s, la spiaggia libera dove era stato messo in opera un sistema di reinsediamento della duna costiera che va (o per meglio dire “andava”) avanti da almeno 15 anni» l’associazione la Duna interviene all’indomani dell’ondata di maltempo che ha devastato la costa maremmana e in particolare quella del Golfo. «L’ultimo intervento di sistemazione con sfalci verdi era proprio della scorsa primavera. Tutto stava funzionando bene, la duna si rafforzava grazie alla palizzata protettiva e alle scogliere soffolte, la spiaggia era notevolmente aumentata e tutti erano ed eravamo contenti».

«Da ieri tutto questo ha subito un durissimo colpo… le ondate di una violenza difficilmente riscontrabili a Follonica hanno distrutto il 99% di quello che esisteva, diminuendo di tantissimo l’ arenile e la duna… per centinaia di metri è tutta una distesa di legname di varia natura, pezzi di palizzata, legname da costruzione, fascine e tronchi portati dal mare. Rimane difficile anche cercare di descrivere tale distruzione; sicuramente se non ci fossero state le scogliere soffolte le ondate avrebbero di nuovo distrutto la strada, come avvenne nei primi anni 70. Adesso non rimane che fare la conta dei danni e provare a recuperare il recuperabile. Diamoci una mano tutti, cittadini e amministrazione. Noi ci siamo».

Più informazioni
leggi anche
Allagamenti Maltempo
Danni
Benini: «A Follonica la spiaggia non esiste più: serve lo stato di calamità»
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI