Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Studenti disabili: in Maremma sono 777. La denuncia: «Mancano gli insegnanti di sostegno»

Più informazioni su

GROSSETO – I dati raccolti per l’a.s. 2016/2017 mostrano come il totale degli alunni con disabilità sia cresciuto dell’8,3%, più di 20mila casi nuovi, rispetto all’ultimo dato pubblicato dal MIUR relativo all’a.s. 2014/2015. La percentuale degli alunni con disabilità è di circa il 2,9% sul totale, pari a 254.366 bambini e ragazzi. I dai del MIUR mostrano che il 93% degli alunni con disabilità frequenta scuole a gestione statale, mentre le scuole paritarie accolgono il 5,3% e quelle non paritarie l’1,3%. I bambini stranieri con certificazione sono circa il 12,5%del totale riconosciuto.

A livello territoriale si evidenzia una diversa distribuzione degli alunni con disabilità, con notevoli differenze anche tra le singole regioni. Nel complesso del territorio nazione varia dal 2,9% al 3,1%, quest’ultima propria delle regioni centrali. Riguardo le tipologie di disabilità si evidenzia: nel 96,1% disabilità psicofisica, soprattutto di tipo intellettivo (67,9%); l’1,5% è relativa alla disabilità visiva e il 2,4%è una disabilità uditiva.

Probabilmente non sono aumentati i casi di disabilità ma è aumentata la sensibilità delle famiglie e dei medici di riferimento per certificare disabilità o disagi prima non considerati.

Relativamente alla situazione della provincia grossetana, i dati rilevabili daLl’Ufficio scolastico provinciale, sono 777 alunni disabili su un totale di 26.104 studenti.

RIEPILOGO AMBITO PROVINCIALE

Alunni Totali

Alunni con disab (L.104)

Alunni con gravità (art. 3 c. 3

L. 104)

INFANZIA

TOTALE n. 20 istituti

3.294

71

56

PRIMARIA

TOTALE n. 21 istituti

8.450

242

108

I GRADO

TOTALE n. 21 istituti

5.469

185

59

II GRADO

TOTALE n. 11 istituti

8.891

279

90

Totale

26.104

777

313

Dietro ai numeri ci sono ragazzi, famiglie, insegnanti e un sistema pieno di criticità e lacune.  A livello nazionale mancano 12mila insegnanti di sostegno.

A livello grossetano la Consulta per le disabilità ha constatato con rammarico che gli istituti tecnici non hanno provveduto ancora o lo stanno facendo in questi giorni alla nomina degli insegnanti di sostegno. «Qualunque sia il motivo di questo notevole ritardo – si legge nella . nota della Consulta -, amministrativo, burocratico, legale, non può e non deve avere ripercussioni sulla inclusione scolastica dei ragazzi disabili fin dall’apertura della scuola, come previsto inoltre dalle normative vigenti. A oltre un mese, dall’inizio delle lezioni è inconcepibile che vi siano ragazzi disabili a casa per mancata nomina di insegnanti di sostegno, modalità che aumenta il loro disagio quotidiano e non facilita l’inclusione».

«La Consulta, inoltre, attende percorsi nelle scuole di primo grado con assegnazione delle insegnanti di sostegno senza soluzione di continuità, come valore per l’intera classe e per garantire ai minori in difficoltà, validi e costanti riferimenti nel processo educativo e nella relazione interpersonale».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.